Seguici su

Cerca nel sito

Piste ciclabili, la Regione finanzia i progetti di Minturno e Sperlonga

Il Presidente della Regione: "Il nostro obiettivo è favorire lo sviluppo di una mobilità sostenibile e di consentire ai cittadini di spostarsi più agevolmente."

Sperlonga e Minturno – La Regione Lazio ha deciso di investire sulla mobilità alternativa. L’anno scorso, infatti, è stato pubblicato un bando dedicato agli Enti locali finalizzato alla presentazioni di progetti relativi alla creazione di nuove piste ciclabili. 

Dopo una fase istruttoria piuttosto lunga, nei giorni scorsi sono stati resi noti i risultati. Tra i comuni della provincia di Latina, sono stati 3 quelli che hanno ottenuto l’approvazione: Monte San Biagio, Sperlonga e Minturno.

Sedici, invece, i progetti finanziati in totale, per un investimento di circa sedici milioni di euro, di cui 10 milioni fondi Cipe e 5,6 milioni della Regione Lazio, ed oltre 500 km di nuove piste ciclabili.

“Il nostro obiettivo – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti  – è favorire lo sviluppo di una mobilità sostenibile e di consentire ai cittadini di spostarsi più agevolmente e con un impatto ambientale ridotto. Dobbiamo agevolare la mobilità nella Capitale come in tutte le province del Lazio, senza dimenticare che territorio e ambiente vanno tutelati e non aggrediti con infrastrutture ad alto impatto”.

Oltre 130 i progetti presentati da tutta la regione. “È stato necessario un lungo lavoro di istruttoria dei progetti, e per una felice combinazione, possiamo annunciare il finanziamento proprio nella Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Ma non ci fermeremo qui: proseguiremo – conclude Mauro Alessandri, assessore ai lavori pubblici e tutela del territorio, mobilità della Regione Lazio – per strutturare meglio l’intera rete ciclabile regionale, per utilizzare circa 4 milioni di ulteriori risorse ministeriali per la Ciclovia Tirrenica e per valorizzare i progetti di maggior respiro territoriale, che il bando regionale ha messo in evidenza”.

Infine, ora saranno verificate le dichiarazioni rilasciate dagli enti locali per procedere agli atti conseguenti, per cui saranno ancora possibili variazioni e scorrimenti nella graduatoria finale. Astral affiancherà gli enti stessi e farà da attuatore, semplificando e accelerando, laddove possibile, le procedure.

(Il Faro on line)