Seguici su

Cerca nel sito

Settimana Europea dello Sport, al Foro Italico 6 discipline da praticare in libertà foto

E’ cominciata la Settimana Europea dedicata alla pratica sportiva. Promuovere sani stili di vita è l’obiettivo della manifestazione. Più di 40 paesi europei coinvolti

Roma – Sette giorni per promuovere lo sport e gli stili di vita sani.

Le attività della Settimana Europea dello Sport hanno simbolicamente preso il via ieri al Foro Italico di Roma (Casa delle Armi). Nel cuore dell’impiantistica sportiva della capitale la Federazione Italiana Atletica Leggera e Rappresentanza in Italia della Commissione europea organizzano, dal 23 al 30 settembre, una serie di iniziative che all’interno di Runfest vedono la sinergia di ben sei Federazioni Sportive Nazionali: oltre a Fidal scendo in campo infatti Fise, Fit, Fir, Fipav e Fip. L’iniziativa, lanciata dalla Commissione europea nel 2015 con l’hashtag #BeActive, è giunta ormai alla quinta edizione. Gli obiettivi della Settimana, che coinvolge più di 40 Paesi Europei, sono promuovere l’esercizio fisico, la pratica dell’attività sportiva e gli stili di vita sani.

“Lo sport è educazione – ha detto il presidente Fidal Alfio Giomi – e l’attività di base per noi è tanto importante quanto quella di coloro che vanno nel mondo per difendere la maglia azzurra. Vedere tutti questi ragazzi correre, saltare e lanciare fa bene al cuore e riempie di ottimismo”.

“Vedere tutti questi bambini ci dà molta energia – ha dichiarato Claudia De Stefanis, responsabile comunicazione della rappresentanza in Italia della Commissione europea – siamo contentissimi di collaborare con Fidal e con le altre federazioni coinvolte. Crescere nello sport significa crescere in termini umani e di salute”.

Atletica, pallavolo, pallacanestro, rugby, tennis e sport equestri sono le discipline sportive che da ieri e fino a lunedì prossimo si potranno praticare liberamente nel Parco del Foro Italico, con la presenza di numerosi tecnici pronti a fornire informazioni su attività fisica e alimentazione sana. I primi ad coinvolti sono stati i ragazzi delle scuole primarie e secondarie, ma l’iniziativa è aperta a tutti. Le cinque federazioni sportive coinvolte da Fidal (Fise, Fit, Fir, Fipav e Fip) hanno allestito circa venti stazioni per la promozione della pratica sportiva.

Ieri è stata inaugurata anche La pista di Pietro, l’iniziativa dedicata a Pietro Mennea in occasione del quarantesimo anniversario del suo record del mondo sui 200 metri. Su un rettilineo realizzato con scarpe di gomma riciclate chiunque potrà mettersi alla prova nello sprint e sognare per un attimo di “correre come Mennea“.

Entusiasta la moglie del campione, Manuela Olivieri Mennea: “E’ un altro sogno realizzato. Si tratta di un bellissimo progetto, Pietro ne sarebbe stato contentissimo perché i bambini sono il nostro futuro e il loro primo gesto naturale è proprio quello di correre”.

Fonte e foto : fidal.it

(Il Faro on line)