Seguici su

Cerca nel sito

Vincenzo Lenci, da Fiumicino all’Olimpo mondiale del gelato

Il mastro gelatiere di Fiumicino protagonista a Catania all'XI edizione di Sherbet

Fiumicino – Dalla Bolivia al Giappone, passando per la Germania, l’Inghilterra, la Cina, l’Olanda. Per l’Italia ci sarà anche il mastro gelatiere di Fiumicino, Vincenzo Lenci.

I migliori gelatieri del Globo parteciperanno all’XI edizione di Sherbeth, il festival internazionale del gelato artigianale. Un appuntamento che rispetta i principi dell’artigianalità e delle tecniche di produzione più innovative.

Come da tradizione, anche a questa undicesima edizione, partecipano solo i migliori maestri gelatieri, veri poeti del gusto. Ad essi il compito di rintracciare le migliori materie prime espressione del loro territorio, infondendo qualità e passione nella preparazione di un gelato buono a livello internazionale, rigorosamente artigianale, la cui composizione è frutto di delicati equilibri.

Vincenzo Lenci sarà a Catania da giovedì 26 fino a domenica. E’ un’eccellenza di Fiumicino, che porta in alto nel mondo il nome della città. Lo scorso anno ha  riscosso successo il suo “Crema di nonna con scorza di limone”, quest’anno proporrà al pubblico il suo gelato allo Zabaione.

LO ZABAIONE

Lo Zabaione è un gusto tra i più buoni e complessi della gelateria artigianale italiana. È un gusto 4 stagioni che molte volte evoca i ricordi della nostra infanzia. Lo Zabaione di Vincenzo Lenci ha un gusto unico che nasce dalla combinazione e dalla cottura, nello stesso pentolone, del latte assieme alla panna, gli zuccheri, i tuorli freschi e tanto marsala, per essere immediatamente mantecato senza perdere i profumi e gli aromi.

È l’unica ricetta rimasta invariata da quando, ormai tanti anni fa, ha aperto la sua gelateria a Fiumicino. Un gusto sorprendente che il maestro gelatiere ha deciso di portare a Catania per dare ascolto ai consigli dei suoi clienti che spesso ripetono “i tuoi gusti sono buonissimi… ma Lo Zabaione è un’altra storia!”

CHI E’ VINCENZO LENCI

Chi lo conosce lo definisce il Neil Armstrong del gelato artigianale, colui che ha strappato le frecce a Cupido e ha fatto innamorare migliaia di golosi con il suo pluripremiato “Fragola e Peperone Rosso” (leggi qui). Un vita intera dedicata al gelato. Nato e cresciuto nello storico “Bar della Darsena”, 27 anni fa da autodidatta ha imparato l’amore per il Gelato. Con il trascorrere del tempo dal suo cappello magico ha sfornato tantissimi gusti entusiasmando i clienti con la sua fantasia.

Un viaggio tra i gusti

Tra i suoi gusti, ormai diventati dei classici, oltre alla Fragola e Peperone Rosso, che ha vinto il campionato europeo nel 2017, ci sono Pesca e Basilico, Albicocca e Pepe Nero del Bengala, Pistacchio e Pomodori Secchi, Caffè al profumo di Lime, Crema de Nonna con la Scorza de Limone con cui – come detto – ha partecipato alla scorsa edizione di Sherbeth.

Il coraggio di trovare sempre accostamenti nuovi è stata ampiamente ripagata dall’approvazione della clientela. Il suo motto è “perché no?” In gelateria il segreto della fantasia è la precisione: tutto perfettamente bilanciato, gli ingredienti studiati, i tempi calcolati, tutto nei minimi dettagli.

Il CONCORSO “PROCOPIO CUTO’”

Quest’anno, per il concorso “Procopio Cutò” (siciliano  del ‘600, conosciuto come l’inventore del gelato) dedicato alla Giuria tecnica, proporrà Sorbetto di caffè miscela arabica e profumo di lime. Un’altra ardita combinazione che non mancherà di destare la curiosità dell’intero mondo della gelateria.