Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, ancora un’aggressione ai danni di una minorenne

Escalation di violenza tra i giovani. La storia di una minorenne di 14 anni picchiata senza motivo da due ragazzi. Indaga la Polizia di Stato

Ostia – Non importa se sei minorenne. Per me sei comunque un bersaglio sul quale sfogare le mie frustrazioni. Studenti aggrediti, picchiati, presi a calci, pugni e schiaffi per futili motivi, da ragazzi violenti e senza scrupoli, pronti ad alzare le mani per uno sguardo o una parola di troppo; oppure semplicemente per onorare una vendetta.

Sono almeno due i casi accertati di aggressioni piuttosto gravi, avvenuti ultimamente sul territorio del Litorale romano e regolarmente denunciati alle forze dell’Ordine.

Gli autori di simili azioni sono quasi sempre giovani violenti che in alcuni casi, come nel recente episodio avvenuto sul treno della Roma-Lido, hanno già raggiunto la maggiore età.

Purtroppo, nonostante le formali denunce sporte dai genitori dei giovani aggrediti, gli autori sono riusciti a farla franca e continuano a circolare liberamente. Con il rischio che possano tornare e ripetere azioni simili.

Uno degli ultimi episodi gravi è avvenuto lo scorso 18 settembre sull’affollatissimo treno della “Roma-Lido”, che collega Ostia con Roma. Poco prima delle 8 due adolescenti – un ragazzo e una ragazza di 15 anni – sono stati aggrediti da tre maggiorenni mentre si recavano a scuola. Il motivo? Solo perché il vagone del treno era colmo di persone in piedi e i tre ragazzotti chiedevano di avere più spazio. Tutto è avvenuto in pochi secondi, mentre il trenino si trovava all’altezza della stazione di Ostia Antica, alla presenza di decine di pendolari.

In tanti hanno assistito alla scena di violenza, ma senza che nessuno avesse il coraggio di intervenire, per cercare di difendere i due adolescenti dai loro aggressori.  Uno dei minorenni, come verrà poi regolarmente riportato agli agenti di Polizia intervenuti sul posto, è stato colpito ripetutamente sul capo e ha riportato delle ferite alla regione occipitale e una ferita al fianco destro. Poco dopo i due giovani sono stati trasportati in codice verde all’ospedale “G.B. Grassi” di Ostia per essere sottoposti alle cure necessarie. (qui trovi il dettaglio) Il presunto responsabile è stato assicurato alla giustizia: ha 17 anni e si difende così.

Un’altra studentessa di 14 anni di recente è stata aggredita e picchiata ad Ostia, questa volta da due ragazzi minorenni, presumibilmente di circa 16, 17 anni di età. Apparentemente senza un reale motivo.
La ragazza era uscita di casa per andare a mangiare un gelato, quando, improvvisamente, dopo essere stata pedinata, è stata dapprima agguantata ad una spalla, quindi voltata con forza da uno due aggressori mentre l’altro individuo l’ha colpita in pieno volto, sferrandole un gancio che le ha provocato un grosso ematoma sullo zigomo sinistro. Sul posto, una zona centrale del quartiere balneare, è subito intervenuta una pattuglia della Polizia che ha rapidamente ispezionato la zona in cui è avvenuta l’aggressione, per tentare di individuare gli aggressori, nel frattempo fuggiti a piedi. Secondo quanto si è appreso, alcuni giorni dopo gli investigatori del Commissariato di Ostia che si stanno occupando delle indagini, si sono recati sulla via percorsa dall’adolescente, per acquisire le immagini catturate dalle telecamere di alcuni negozi presenti.

Cinque i giorni di prognosi diagnosticati alla ragazza aggredita dai medici dell’ospedale di Ostia, per un “ematoma periorbitario” sull’occhio sinistro; più altri cinque assegnati successivamente per i frequenti mal di testa e capogiri avvertiti dalla giovane. Sconosciuto, invece, almeno per ora, il movente dell’aggressione. Perché non sarebbe avvenuta a scopo di rapina, né per simulare il cosiddetto “Ko game“; quella sorta di “prova di coraggio” che consiste nel colpire con un pugno violento un passante a casaccio. Un fenomeno di cui a Roma sono rimaste vittime molte persone, per lo più donne e anziani.

Fatti inquietanti e di una violenza ingiustificata, quelli avvenuti ultimamente ad Ostia e dintorni, che vedono sempre più spesso coinvolti soggetti minorenni. Che si tratti di bullismo o meno il fenomeno sta destando molta preoccupazione tra la popolazione del X municipio.