Seguici su

Cerca nel sito

Al Colosseo il concerto della Polizia di Stato in onore del patrono San Michele

Al via i festeggiamenti per il 70° anniversario della proclamazione di San Michele Arcangelo patrono della Polizia

Roma – Da “Il Gladiatore” a “Roma nun fa la stupida stasera”, fino alla marcia trionfale dell’Aida, passando per “Caruso” e “Core ‘ngrato”. Note di legalità hanno riecheggiato nel parco archeologico del Colosseo, dove hanno avuto inizio le celebrazioni della Polizia di Stato per rendere omaggio, in occasione del suo 70° anniversario, a San Michele Arcangelo dal 1949 Patrono della Polizia di Stato.

colosseo banda polizia

Sulla terrazza del Palatino, ai piedi del tempio di Venere, la musica italiana ha ha ricordato la missione assolta quotidianamente, con professionalità ed impegno, da ogni singolo poliziotto al servizio del cittadino.

Un omaggio all’arte, alla bellezza e alla cultura, .svoltosi alla presenza delle autorità civili e religiose. In prima fila, tra gli altri, il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e il prefetto Franco Gabrielli, Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.

Sul palco, ad accompagnare le melodie della banda della Polizia di Stato, diretta dal maestro Maurizio Billi, due voci d’eccezione: quella dell’attrice e cantante italiana Serena Autieri, e quella del tenore Francesco Grollo. Lunedì la chiusura delle celebrazioni per San Michele Arcangelo, con una messa celebrata dal cardinal Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, nella basilica di San Pietro.

(Il Faro online)