Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino piange la scomparsa dell’imprenditore Guido Carandini

Montino: "Addio a una figura di spicco della nostra società"

Fiumicino – “E’ con grande tristezza che ho appreso della scomparsa di un grande amico, un intellettuale sopraffino, un parlamentare di prestigio, oltre che una figura storica del nostro territorio: Guido Carandini“. Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

“Per oltre 50 anni – aggiunge – dal 1960 agli anni 2000, Guido, che era nipote dell’illustre Luigi Albertini, direttore del quotidiano Corriere della Sera, è stato prima amministratore della bonifica di Torre in Pietra e successivamente co-proprietario e conduttore della tenuta di Torre in Pietra-Carandini“.

“A lui mi ha legato – spiega Montino – una amicizia di lunghissima data. Ne ho sempre ammirato la capacità di trasformare la sua azienda zootecnica in una delle più moderne d’Italia, grazie all’introduzione di tecniche agricole molto avanzate per l’epoca, in particolare nell’allevamento di bestiame. Ma anche la sua capacità di essere al contempo imprenditore agricolo, fine intellettuale e politico impegnato“.

“Per due legislature è stato onorevole del Partito comunista e prima ancora presidente dell’associazione Romana Allevatori e professore universitario. Una figura di spicco della nostra società, dunque, che ben conosceva e amava il mondo agricolo che ancora oggi è così rappresentativo del nostro territorio – conclude il Sindaco -. Desidero porgere ai suoi familiari e amici le mie più profonde condoglianze e quelle dell’Amministrazione che presiedo”.

(Il Faro online)