Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Parco del Circeo: arriva il via libera per la presidenza

La Commissione Ambiente della Camera dei Deputati approva la proposta di indicare il generale Antonio Ricciardi come Presidente del Parco.

Sabaudia e San Felice Circeo – La presidenza del Parco nazionale del Circeo è un posto rimasto vacante da quando, dopo la proroga, si concluse il mandato dell’ex presidente Gaetano Benedetto. 

Ma, finalmente, il percorso per la nomina sembra essere in discesa: con buone probabilità il successore di Benedetto sarà il generale Antonio Ricciardi, che ha incassato mercoledì il via libera – le commissioni di Camera e Senato esprimono un parere non vincolante – dalla commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

A onor del vero, il nome di Ricciardi per la presidenza del Parco, venne fatto già mesi fa, all’inizio del 2019, creando però delle spaccature all’interno dell’allora Governo giallo-verde – la Lega bocciò la proposta in Commissione per questioni di metodo -, poi vi fu la crisi di governo e la questione venne rimandata, così, alla fine, a portarla a termine, forse, sarà il governo giallo- rosso.

L’audizione informale

Intanto, della Presidenza del Circeo, se ne era già parlato il 24 settembre scorso quando c’era stata l’audizione informale del generale Ricciardi e la relatrice Fontana si era espressa favorevolmente.

Mercoledì pomeriggio si è tenuto l’aggiornamento e la commissione ha votato a scrutinio segreto sulla proposta di parere favorevole della relatrice. Su 36 presenti – 19 i voti necessari per la maggioranza -, 34 sono stati i “si” e 2 i “no.”

Ora, il parere favorevole verrà comunicato alla Presidenza della Camera, ai fini della trasmissione al Governo. 

La decisione finale

Come già detto, le Commissioni di Camera e Senato non esprimono parere vincolante, quindi, la decisione finale spetta al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.

La procedura, infatti, prevede che il presidente sia nominato con decreto del ministro dell’Ambiente d’intesa con i presidenti delle Regioni o delle Province autonome. Nel caso di Ricciardi, come si legge nel resoconto della seduta del 24 settembre, l’intesa con la Regione Lazio sarebbe già stata ottenuta.

La relatrice, in quell’occasione, si è soffermata sul curriculum del generale Ricciardi, spiegando: “il profilo professionale del candidato offra ogni garanzia di competenza e capacità professionali per ben amministrare un ente importante come quello del Parco nazionale del Circeo e per rafforzare la sua azione a tutela dello
straordinario patrimonio naturalistico che esso rappresenta.”

Sembra, quindi, che in tempi relativamente brevi, per il Parco del Circeo si aprirà una nuova epoca: quella targata Ricciardi.

(Il Faro on line)