Seguici su

Cerca nel sito

Attacchi omofobi a Penitro, la solidarietà di politici e cittadini

Pernarella: "Un intervento sulla materia non è più procrastinabile, anche e soprattutto alla luce degli attacchi omofobi ricevuti dalla coppia."

Formia – “La mia più grande solidarietà a Michele e Pasquale, vittime, da mesi, a Formia di attacchi omofobi (Leggi qui). Quanto sta accadendo a questa coppia di cittadini non è in alcun modo tollerabile e, pertanto, ci aspettiamo un intervento al passo con i tempi da parte delle forze dell’ordine e della Magistratura, che sarà chiamata a giudicare i comportamenti inquietanti e discriminatori di cui sono vittime.

Nessuno può permettersi di compiere vessazioni come quelle nei confronti di Michele e Pasquale e pensare di passarla liscia. Da parte mia, non posso che ribadire personale vicinanza a questa coppia, dando loro piena disponibilità a incontrarli, aiutarli, rincuorarli in questo difficile momento della loro vita”, afferma Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e anche prima firmataria di una proposta di legge, depositata a marzo e sottoscritta dall’intero gruppo consiliare, che mira a promuovere l’uguaglianza e a contrastare le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere.

“Quello che sta accadendo a questa coppia di Formia – spiega Pernarella -, non è altro che un ulteriore chiaro esempio del ritardo culturale di cui il nostro Paese, e in particolare la nostra regione, continuano a soffrire e a cui dobbiamo porre rimedio con un profondo lavoro culturale sui cittadini di oggi e di domani.

In Consiglio regionale giacciono, in attesa di essere calendarizzate in Commissione, tre proposte di legge sull’argomento e due appartengono alla maggioranza di centro sinistra: è evidente – conclude la Consigliera 5 Stelle -, che un intervento sulla materia non è più procrastinabile, anche e soprattutto alla luce di questa disdicevole vicenda e di troppe altre che ancora accadono nel nostro territorio”.

Sull’episodio, intanto, è intervenuto anche Francesco D’Angelis, referente di Tilt di Formia, che, dopo aver appreso la notizia, ha fatto sapere, sui suoi canali social che, presto, avrebbe incontrato il sindaco di Formia, Paola Villa, per fare alcune proposte, tra le quali la modifica del regolamento comunale, in base all’ultima modifica al TUEL: introduzione delle commissioni consiliari miste (con cittadini e associazioni all’interno); istituzione delega e Commissione consiliare alle Pari opportunità; sportello antiviolenza per donne e vittime di bullismo, omofobia, violenza di genere; piano culturale di contrasto all’omotransfobia con scuole e associazioni del settore; ingresso nella rete di contrasto all’omotransfobia “Ready.”

Infine, ma non per importanza, sull’accaduto è intervenuta anche il Sindaco di Formia, che ha fatto sapere: “Un cartello demente. Parole di vergognosa ignoranza.

Quando “l’amore ha l’amore come solo argomento” non c’è altro da dire. Pasquale e Michele quel cartello non rappresenta la nostra città. La città è molto, ma molto meglio! Un abbraccio.”

(Il Faro on line)