Seguici su

Cerca nel sito

Roma, al via la riqualificazione delle Torri dell’Eur

Raggi: "Al via i lavori che in tre anni porteranno al recupero dello skyline urbano di Roma"

Roma – Al via la riqualificazione delle Torri dell’Eur, il cui cantiere è fermo da tempo. Roma Capitale e Cassa Depositi e Prestiti, proprietaria del complesso immobiliare, spiega una nota di Cassa, annunciano l’avvio dell’intervento di riqualificazione dove sorgeranno nuovi edifici direzionali.

La riqualificazione avviata da Cdp prevede un insieme di soluzioni improntate alla sostenibilità, che la rendono pienamente conforme ai più elevati standard energetici e ambientali, ed un impegno complessivo per il gruppo di oltre 100 milioni di euro.

“Grazie alla proficua collaborazione fra CDP e Roma Capitale, è stato possibile avviare un progetto che potrà rendere le Torri dell’Eur un esempio virtuoso di livello internazionale per gli edifici ad uso direzionale” rileva il comunicato. I lavori verranno realizzati seguendo le linee progettuali dello Studio UNO A, che si aggiudicato il bando riservato ad architetti under 40. La durata dei lavori è prevista in circa 3 anni.

Le Torri di Ligini nel quartiere Eur torneranno a vivere. Finalmente dopo anni e anni i cittadini non vedranno più quei palazzi ‘scheletro’, simbolo di degrado urbanistico”, è il commento della sindaca Virginia Raggi.

Che aggiunge: “Al via i lavori che in tre anni porteranno al recupero dello skyline urbano di Roma. Grazie al Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, proprietaria del complesso immobiliare, e alla sinergia con Roma Capitale sarà rimarginata una ferita che darà nuova vita allo storico complesso progettato da Cesare Ligini attraverso un progetto con elevati standard energetici e ambientali”.

“Un lavoro sviluppato in collaborazione che ha permesso di rimettere ordine in una situazione complessa e dar vita ad un progetto virtuoso. Questa è la strada che abbiamo avviato e stiamo portando avanti: prendere il giusto tempo per mettere in ordine ogni cosa e portarla a termine nel migliore dei modi per il bene della città e nell’interesse dei cittadini. Oggi possiamo raccontare un nuovo importante tassello in questa direzione”, conclude la prima cittadina.

(Il Faro online)