Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Saluto militare della Nazionale turca, la Uefa apre un’inchiesta

Secondo la Federcalcio europea il gesto dei giocatori turchi potrebbe rappresentare un "comportamento politicamente provocatorio"

Nyon – La Uefa ha annunciato di aver aperto un’inchiesta sul saluto militare che i giocatori della Nazionale turca hanno fatto in due occasioni: prima del match con l’Albania e al termine di quello con la Francia, entrambi validi per le qualificazioni a Euro 2020. Secondo la Federcalcio europea il gesto dei giocatori turchi potrebbe rappresentare un “comportamento politicamente provocatorio”.

La Uefa ha anche annunciato l’apertura di un provvedimento disciplinare a carico della Federcalcio bulgara per il “comportamento razzista” tenuto dai propri tifosi nel corso del match contro l’Inghilterra valido per le qualificazioni a Euro 2020. La Bulgaria dovrà anche rispondere per “lancio di oggetti” e “interruzione dell’inno nazionale”. Sotto inchiesta anche la Federcalcio inglese (FA) “per interruzione dell’inno nazionale”.

All’inizio di questa stagione, l’organo di autogoverno del calcio europeo ha multato la Slovacchia con 20mila euro per “messaggi politici provocatori” in occasione del match contro l’Ungheria. Lo scorso anno la Fifa aveva sanzionato i giocatori della Svizzera, Granit Xhaka, Stephan Lichtsteiner e Xherdan Shaqiri per le loro esultanze con le mani incrociate a ricordare l’aquila della bandiera albanese nella partita vinta dalla Svizzera 2-1 contro la Serbia.

(Il Faro online)