Seguici su

Cerca nel sito

Minturno, ecco il nuovo esecutivo targato Stefanelli

Assessori di Minturno tutti riconfermati. Rivoluzione, invece, sulle deleghe, che hanno subito una riduzione e una riformulazione.

Minturno – Ieri mattina, il sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, a venti giorni dall’azzeramento di tutte le deleghe (Leggi qui)ha firmato i decreti che assegnano gli incarichi agli assessori, tutti e cinque riconfermati

Che cosa è cambiato, quindi? Per tutti, c’è stata una riduzione e una riformulazione degli incarichi, scelta che ha sintetizzato quelle che erano le intenzioni di partenza del Primo cittadino di Minturno e quelle, invece, del gruppo consiliare locale del Pd – che ha puntato i piedi, lo ricordiamo, non solo su un eventuale cambio nell’esecutivo dei suoi due assessori, ma anche sulla riconferma piena degli incarichi-.

Daniele Sparagna, Mino Bembo, Piernicandro D’Acunto, Mimma Nuzzo ed Elisa Venturo, quindi, sono stati riconfermati assessori, senza, però, tutte le deleghe di inizio consiliatura.

All’assessore Nuzzo è stata tolta la delega ai Servizi sociali, riconfermando cultura e pubblica istruzione. In più, le ha affidato il cerimoniale e le pari opportunità.

All’assessore D’Acunto, invece, è stato tolto l’ambiente – che ha subito uno “spacchettamento” – ricevendo, però, la gestione dei rifiuti, l’igiene, i parchi urbani, il verde pubblico e la riconferma al personale.

All’assessore Venturo, che si prepara a diventare mamma, è stato tolto lo sviluppo economico, la programmazione regionale, il commercio, l’industria, le start up, il Suap i Fondi europei e il turismo. Si occuperà, invece, di attuazione del programma elettorale, bandiera blu e mobilità.

All’assessore Sparagna resta la carica di vicesindaco e la delega a bilancio e patrimonio, ma non si occuperà più di programmazione strategica. 

All’assessore Bembo, infine, sono stati confermati soltanto i Lavori Pubblici. Edilizia, Urbanistica e gestione del territorio, per il momento, restano nelle mani del Sindaco.

“Nei prossimi giorni – ha fatto sapere proprio il Sindaco, sui suoi canali social – provvederò ad individuare i delegati esterni e le materie da delegare a specifici consiglieri.”

Una nuova era, per Minturno, quindi? Forse. Per ora, quello che pare evidente è che il Pd è pronto a far valere il proprio peso in Consiglio comunale, anche – e soprattutto – in vista delle elezioni del 2021.

(Il Faro on line)