Seguici su

Cerca nel sito

Colosseo: multe e sanzioni a centurioni, saltafila e venditori ambulanti illegali

Ben 9 persone sono state colpite dal provvedimento del daspo urbano

Roma – Sono scattati nuovi controlli su tutta l’area archeologica dei Fori Imperiali e del parco archeologico del Colosseo, finalizzati a contrastare le varie forme di degrado, illegalità e abusivismo commerciale. I Carabinieri del Comando di Roma Piazza Venezia con la collaborazione dei Carabinieri dell’8^ Reggimento Lazio al termine dei controlli hanno sanzionato 10 persone mentre altre 9 sono state colpite dal daspo urbano.

Pizzicati dai Carabinieri 4 cittadini del Bangladesh, di età compresa tra i 28 e 34 anni, nei cui confronti sono scattate sanzioni amministrative per esercizio di lavori e/o professioni, in aree e spazi pubblici, per un importo complessivo di 1800 euro e contestualmente sono stati sequestrati centinaia di volantini e voucher per bus turistici, casacche e cartelli pubblicitari.

Tre cittadini del Bangladesh sono stati sorpresi a vendere diversi oggetti tra power bank, aste per selfie e cappellini di vari colori e privi di marchio, e sanzionati per un importo di oltre 15 mila euro, per vendita ambulante di prodotti non alimentari senza autorizzazione.

I Carabinieri hanno sanzionato altri 3 soggetti, un romano e due stranieri, di 56, 52 e 32 anni, sorpresi nell’area del “Colosseo”, travestiti da centurioni senza autorizzazione, mentre importunavano turisti, con richieste di soldi in cambio di “selfie ricordo”. Nei loro confronti sono state elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 1600 euro.

Sono invece 9 in totale le persone sanzionate per violazione del divieto di stazionamento, con contestuale ordine di allontanamento per 48 ore, pena la richiesta dell’emanazione del decreto divieto accesso del Questore (fino a 2 anni – cd. daspo urbano).

(Il Faro online)