Seguici su

Cerca nel sito

Salti e spruzzi: i delfini di Ostia salutano l’arrivo dell’autunno fotogallery

Incontro straordinario con un gruppo di una cinquantina di delfini davanti al Canale dei Pescatori. Il monitoraggio dell'associazione "Sotto al mare"

Ostia – “Inauguriamo l’autunno con un incontro di delfini che ha dell’incredibile. Questi animali hanno la capacità di emozionare sempre, anche chi è piuttosto abituato ad avere il privilegio di osservarli, ma a volte si superano, questa è stata una di quelle volte.”

Ostia

Queste le parole usate da Lisa Stanzani sulla pagina facebook dell’Associazione “Sotto al Mare”, per condividere con tutti gli utenti iscritti, appassionati di eco-turismo, quest’ultima incredibile esperienza di contatto visivo con un gruppo numerosissimo di cetacei, nello scorso fine settimana a Ostia.

Entusiasmo comprensibile, per questo nuovo incontro con i delfini della specie Tursiops truncatus o delfino dal naso a bottiglia, un Delfinide della specie costiera, assiduo frequentatore del litorale romano. Questa specie è infatti qui particolarmente presente, poiché si ipotizza che trovino una fonte di cibo abbondante nella nostra acque.

E venerdì 18 ottobre, erano lì, a largo del Canale dei Pescatori verso Torvaianica a circa 5 miglia dalla costa: “intorno alle 11 – racconta Lisa Stanzani – abbiamo notato un piccolo gruppo, e continuando l’avvistamento, ci siamo accorti che a questo gruppo iniziale si erano uniti tantissimi altri esemplari: erano oltre 50 tursiopi.”

I tursiopi, sono animali con una socialità molto complessa, i comportamenti, la dinamica della popolazione, il perché vengono a partorire qui, sono domande che non hanno ancora una risposta precisa in un mondo (il loro), tutto da scoprire.

Durante le nostre uscite in mare – aggiunge la Presidente di Sotto al Marea scopo eco-turistico e riservate ai soci, ci capita spesso di riuscire a raccogliere molti dati utili alla ricerca di questa specie, ma più in generale ci siamo prefissati lo scopo di diffondere con la nostra attività, il messaggio di cercare queste bellezze in casa, ancor prima di intraprendere lunghi viaggi in altri mari. Siamo piacevolmente sorpresi dal sostegno dei pescatori di Ostia, che pur nella “competizione” con gli amici tursiopi per la cattura dei pesci, non solo non hanno mai fatto del male agli animali per proteggere il loro pescato, ma anzi collaborano con noi e altri ricercatori, chiamando e segnalando sempre la presenza degli esemplari”.

(Il Faro online)