Seguici su

Cerca nel sito

Skatepark a Ostia, De Donno: “Sbagliata la scelta del luogo”

"Non si è avuto il coraggio di farlo nel cuore di Nuova Ostia"

Ostia – “Non ho partecipato alla posa della prima pietra dello Skatepark, inaugurato a Ostia alla presenza della sindaca Raggi, per protestare contro la scelta del luogo“, si legge in una nota diffusa da Franco De Donno di Laboratorio Civico X.

“Ribadisco – prosegue – che la ricostruzione dello Skatepark è una buona cosa, ma andava fatta nel cuore di Nuova Ostia, dove avevamo auspicato e dove sarebbe stato giusto. Ma l’Amministrazione non ha voluto discutere la collocazione. Questo perché non ha il coraggio di andare fino in fondo per la rinascita culturale e sociale della periferia delle periferie. Non bastano polizia e magistratura per sottrarre i quartieri alle mafie”.

“Il cuore di nuova Ostia o l’idroscalo sarebbero stati una scelta coraggiosa e rivoluzionaria – ribadisce -. Sarebbe stato un bel faro di luce su un quartiere al buio. Ancora una volta, però, si mantiene l’oscuramento di attenzione per la riqualificazione urgente nel cuore di Nuova Ostia. L’ennesima occasione perduta!“.

“È difficile comprendere che Ostia non ha continuità urbanistica? Che è divisa in quartieri pur vicini completamente antitetici tra loro? Si voleva attivare un presidio sociale e culturale tipicamente giovanile in una zona delicata? Volontà lodevole e condivisibile, se però questo presidio non si fa all’idroscalo o a piazza Gasparri si perde la motivazione iniziale”.

“Come se non bastasse – conclude – L’area della Martinica rappresenta uno snodo importante per l’immissione sulla via del Mare e sul ponte della Scafa. Numerosi centri commerciali presenti ed il cambio di viabilità con l’attivazione di sensi unici, strade chiuse, lavori in corso, nel quadrante limitrofo a via Isole del Capoverde, hanno di fatto aumentato la frequenza di viabilità proprio dove sorgerà il nuovo skatepark e che proprio per questo potrebbe ulteriormente peggiorare“.

(Il Faro online)