Seguici su

Cerca nel sito

Schiuma bianca nel mare di Minturno, Moccia: “Si faccia chiarezza”

Moccia: "Non ci bastano più le rassicurazioni del Sindaco di Minturno e di Acqualatina, la schiuma è ancora ben visibile. Intervengano i nuovi delegati."

Minturno – Neanche il tempo di insediarsi, che ai nuovi delegati di Minturno, Erminio Italo Di Nora e Roberto Rotasso – rispettivamente incaricati dal Sindaco alle politiche ambientali e all’economia del mare (Leggi qui) è già stato chiesto di intervenire, spronando le autorità competenti a intervenire sul caso della schiuma bianca che, quest’estate, si è largamente diffusa lungo la costa minturnese. 

A intervenire sulla questione è stato Marco Moccia, esponente del raggruppamento locale di “Fratelli d’Italia” che, in una nota, ha fatto sapere: “Ovviamente, ciò ha inizialmente creato una psicosi collettiva, portando diversi cittadini a recarsi dai propri medici, a causa del manifestarsi di macchie cutanee dopo essersi immersi nelle nostre acque, e ha dato vita ad un dibattito che, ben presto, è sfociato tra visionari e realisti.”

E ancora: “Da parte nostra, abbiamo avuto un approccio cauto alla vicenda: nel pieno della  stagione estiva, minimizzare o ingigantire un fenomeno così particolare, non avrebbe fatto altro che penalizzare ulteriormente i nostri operatori balneari e turistici, già vessati da politiche turistiche inconcludenti e tasse elevatissime.

Abbiamo  comunque cercato di fare qualche proposta, come ad esempio l’apposizione di barriere galleggianti seguendo l’esempio di diverse località marittime delle costiere romagnola e ligure, ma oggi pretendiamo che sia fatta finalmente chiarezza sulle cause di questo fenomeno.

Per questo motivo – prosegue la nota –  non ci bastano più le rassicurazioni del Sindaco e di Acqualatina,  la schiuma ancora oggi è ben visibile e se non si interviene ora è impensabile che lo si faccia tra qualche mese con la stagione estiva alle porte. Pertanto cogliamo l’occasione della nomina dei nuovi delegati Di Nora e Rotasso per augurargli buon lavoro e invitarli, in virtù del mandato che gli è stato conferito, a spronare le autorità preposte a risolvere questo gravissimo problema.”

Non solo schiuma, però

Non solo schiuma, però. Nella sua nota, Moccia evidenzia anche un’altro grande problema che Minturno sta attraversando già da un po’, ovvero la cronica diminuzione del flusso di turisti, che, oltre al problema delle acque non troppo pulite, rischiano, spesso, anche di subirsi lo scarso approvvigionamento idrico negli appartamenti fittati.

Una situazione non più rinviabile, secondo Moccia, ma che, anzi, ribadisce, va risolta prima che la bella stagione si ripresenti alle porte dei minturnesi.

(Il Faro on line)