Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali Militari, la scherma azzurra conquista sei medaglie

L’oro del titolo iridato va alla spada maschile a squadre. Argenti per sciabola e fioretto. Due bronzi negli individuali

Wuhan – Ha chiuso con sei medaglie la scherma italiana il Mondiale Militare del Cism in svolgimento in Cina.

Un oro, due argenti e tre bronzi festeggiano una spedizione militare tricolore che sulle pedane della scherma non si smentisce in campo internazionale.

la squadra maschile di spada sul podio

Il terzetto della spada maschile ha trionfato su tutti. Campioni del mondo militari, guidati dal bicampione iridato Paolo Pizzo. E l’atleta dell’Aeronautica insieme a Matteo Tagliarol (Aeronautica Militare) e Lorenzo Buzzi (Esercito) sono saliti sul primo gradino. Doppia festa per Pizzo che ha aperto la manifestazione con il Tricolore azzurro in mano, davanti alla sfilata della cerimonia di apertura.

Paolo Pizzo Alfiere alla cerimonia di apertura

Alfiere e campione Paolo Pizzo: “L’Italia è campione del mondo militare nella spada a squadre ! Grazie raga…giornata perfetta che resterà nel mio cuore!”. La sua gioia è immensa sulla sua pagina personale Facebook.

I due argenti sono arrivati dalle donne e dagli uomini. Nelle gare a squadre in programma negli ultimi giorni di evento, il trio delle fiorettiste, composto da Martina Sinigalia (Carabinieri), Elisabetta Bianchin (Aeronautica Militare), Valentina De Costanzo (Aeronautica Militare) non riesce a superare una fortissima Russia, ma si prendono un secondo posto di grande valore.

la squadra di sciabola maschile sul podio

Con loro anche i ragazzi della sciabola festeggiano il podio. Alberto Pellegrini (Fiamme Gialle), Giovanni Repetti (Esercito) e Dario Cavaliere (Esercito) sono vicecampioni iridati del Cism mondiale: “Una medaglia d’argento veramente sudata e super meritata – scrive Pellegrini sulla pagina personale Facebook – grazie Giovanni Repetti e Dario Cavaliere per questa bellissima battaglia vinta insieme”.

 

Lorenzo Nista (foto@augustobizzi)

Il tris di bronzi sono giunti in apertura e chiusura di manifestazione. Il primo ad inaugurare il cammino vittorioso della scherma tricolore è stato Lorenzo Nista che ha vinto un bronzo individuale e che si è poi replicato in ultimo anche per la prova a squadre. Insieme a Valerio Aspromonte (Fiamme  Gialle) e Damiano Rosatelli (Carabinieri), il campione dell’Aeronautica Militare ha strappato il terzo posto insieme ai suoi compagni e sempre nel fioretto. Lo ha imitato Cavaliere. Con il team degli sciabolatori l’atleta dell’Esercito ha messo al collo la sua seconda medaglia personale in questo fortunato Mondiale per l’Italia. Argento a squadre. E bronzo individuale e ancora nella sciabola.

(Il Faro on line)