Seguici su

Cerca nel sito

Stasera, una vittoria contro il Torino rilancerebbe la Lazio in campionato

Dopo la bella prestazione contro la Fiorentina e i tre punti presi in trasferta, stasera la Lazio può confermare il suo ottimo stato di forma

Roma – Torna il turno infrasettimanale di campionato e la Lazio questa sera giocherà in casa la partita della decima giornata di andata contro il Torino.

La bella prestazione ed il bottino pieno portati a casa domenica scorsa, ottenuti in trasferta su un campo difficile, qual è quello del Franchi contro la Fiorentina, non deve far dormire sugli allori i ragazzi di Mister Inzaghi che, anche stasera dovranno mantenere alta la concentrazione e confermare con il gioco e il risultato, che le cadute in campionato e Coppa Europea, sono state assorbite ed sono state solo frutto di singoli casi sporadici di cali di concentrazione.

La squadra c’è!!! Lo abbiamo detto diverse volte. Certo, non ai livelli di Juve ed Inter, per quanto riguarda l’organico ma, non mi sembra neanche diversa, riguardo i giocatori della rosa della squadra allenata da Gasperini che è, a solo 5 punti dalla vetta della classifica (considerando una gara in meno rispetto all’Inter che ieri ha vinto contro il Brescia fuori casa) e che potrebbero ridursi al massimo a 3, qualora l’Atalanta e la Juve dovessero vincere questo turno di campionato. Atalanta che giocherà in casa contro il Napoli…partita interessante e che potrebbe favorire la Lazio in classifica.

Due squadre, Atalanta e Lazio che, a nostro parere, esprimono il più bel gioco in questo momento.

Serve solo continuità perché i risultati, ovvero le vittorie mancate alla Lazio, sono solo una conseguenza della scarsa concentrazione di alcuni giocatori nel corso delle gare. Quelli che abbiamo definito “blackout” momentanei. Ne è una dimostrazione, appunto, la gara contro l’Atalanta in casa, dove alla fine dei primi 45 minuti, la Lazio si trovava sotto di 3 gol. Recuperata la giusta concentrazione e determinazione, i biancocelesti hanno saputo entrare in campo consapevoli della propria forza ed hanno recuperato una gara che agli occhi di tutti era ormai considerata chiusa e persa, tra l’altro contro una squadra forte, qual è quella dei bergamaschi.

Ecco, questo è lo spirito con il quale stasera i ragazzi biancocelesti, dovranno entrare in campo. Un’altra vittoria, sotto il profilo del gioco, sarebbe determinante per portare lo stato emotivo positivo in alto per poi andare a giocarsi l’altra gara, domenica prossima, a San Siro, contro il Milan.

Le dichiarazioni di Mister Inzaghi nel pre-gara

S. Inzaghi – “Penso che domenica abbiamo vinto una partita molto importante, soprattutto per la nostra classifica. Ma come abbiamo analizzato il match di Glasgow, anche a Firenze abbiamo notato qualche errore su cui lavorare per migliorarci ancora. Critiche? E’ così per tutti gli allenatori, bisogna saperle accettare perché fa parte del nostro lavoro. Credo che sia importante andare avanti con le proprie idee, cercando di trasmetterle ai ragazzi e di fare meno errori possibile.

Abbiamo fatto lavoro di scarico ieri, quindi ho visto solo chi non ha giocato contro la Fiorentina. Stasera avrò il quadro un po’ più chiaro, sapendo che abbiamo alcuni giocatori come Leiva e Immobile da valutare con attenzione perché hanno qualche acciacco. Jony è un ragazzo che ha tantissima voglia e capisce velocemente. Può fare molto bene il quinto di centrocampo, ha bisogno di tempo ed è normale che con il rientro di Lukaku, Jony possa fare anche la mezzala. Sono davvero contento che sia tornato Jordan, su di lui punto tantissimo e ora tocca a lui continuare così.

Berisha? Si sta allenando benissimo, il problema è che siamo in quel ruolo abbiamo davvero tante soluzioni che mi stanno soddisfacendo. Se dipendiamo da Immobile? E’ normale. Noi dobbiamo cercare di portare tanti uomini in zona gol, ma Immobile è il nostro leader, il nostro bomber. E anche Correa potrà segnare molti di più. Dobbiamo crescere, ma la nostra coppia d’attacco è tra le più prolifiche della nostra Serie A. Domani sarà una partita difficilissima”, ammette l’allenatore. “Contro un avversario molto fisico che negli ultimi anni ci ha sempre dato del filo da torcere. Per quanto riguarda Belotti e Immobile, sono i due titolari della nostra Nazionale: ho grande stima per Andrea, che conosco personalmente, ma l’augurio è che domani Ciro possa fare meglio di lui.”

Lazio (3-5-2) – Strakosha, Luiz-Felipe, Acerbi, Bastos; Marusic, Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis-Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile.

Allenatore: S. Inzaghi

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Baselli, Rincon, Lukic, Ansaldi; Zaza, Belotti.

All. Frustalupi – (Mazzarri, squalificato)

 

(Il Faro online)