Seguici su

Cerca nel sito

Aurigemma-Neocliti, forti perplessità per la riapertura della discarica ad Albano

Aurigemma: "Sono anni che attendiamo di discutere in aula il piano rifiuti" - Neocliti: "Savarese, apra un tavolo di concertazione con i Comuni Interessati"

Ardea – Il Consigliere Regionale del Lazio, passato da Forza Italia al gruppo misto, Antonello Aurigemma e il Consigliere Comunale di Ardea Raffaella Neocliti, anch’essa ex forzista e ora nel gruppo misto consiliare, hanno manifestato tutto il loro stupore per aver appreso la notizia dell’apertura da parte della Giunta Regionale del Lazio guidata da  Zingaretti, della riapertura della discarica dei rifiuti ad Albano.

“Con molta sorpresa – dichiara Neocliti – abbiamo appreso dalla stampa che la regione Lazio, attraverso una determinazione firmata dalla dirigente che guida l’area rifiuti, avrebbe deciso la riapertura della discarica di Roncigliano nel Comune di Albano, nelle vicinanze di Aprilia e Ardea est. Siamo stupiti e meravigliati. Onestamente, se tale notizia corrisponde al vero, sono molte le perplessità che abbiamo a tal riguardo: innanzitutto, come può la regione prendere una decisione di questo genere, che comunque porterebbe delle ricadute sui territori, senza interpellare nessuno, soprattutto senza una conferenza dei servizi?”

Tale situazione aumenta le perplessità del Consigliere Neocliti che si pone altri quesiti in merito alla procedura attuta dalla Regione, ovvero, se quest’ultima abbia pensato di interpellare i Comuni limitrofi all’ubicazione della discarica e non trascura la possibilità di esternare la sua contrarietà alle modalità di esecuzione adottate dalla Regione stessa.

“Il comune di Ardea – prosegue Neocliti – e gli altri Comuni sono stati interpellati prima di questa scelta o erano all’oscuro di tutto? Nell’esprimere tutta la nostra contrarietà a questa eventualità, chiederemo la convocazione di una commissione ambiente, alla presenza di tutti gli enti competenti coinvolti, proprio per capire cosa sia successo. Contestualmente, chiediamo chiarimenti al sindaco Savarese, invitandolo ad aprire un tavolo di concertazione con il Comune di Albano e gli altri comuni limitrofi. Inoltre, personalmente valuterò la possibilità di una raccolta firme, insieme agli altri Comuni, al fine di presentare poi un ricorso al Tar. In sintesi la nostra posizione è chiara: siamo contrari alla riapertura del sito di Albano, e riteniamo che quella della regione sia una scelta sbagliata nel metodo e nel merito.”

“Ribadiamo – conclude Neocliti – ciò che abbiamo già detto in passato: sulla questione rifiuti, i territori non possono pagare per la mancanza di programmazione di chi è responsabile della chiusura del ciclo, in primis la Regione Lazio”

A dare sostegno alle parole del Consigliere Comunale Neocliti, è intervenuto il Consigliere Regionale, Aurigemma, che si è detto subito disponibile per intervenire con un’interrogazione in Consiglio Regionale.

“Condividiamo le preoccupazioni – dichiara Aurigemma – e le affermazioni della consigliera di Ardea, Neocliti. Su tale realtà, presenteremo subito un’interrogazione in regione Lazio per capire le reali intenzioni della Giunta Zingaretti, che sulla questione rifiuti continua ad essere immobile. Tant’è che sono anni che attendiamo di discutere in aula il piano.”

(Il Faro online)