Seguici su

Cerca nel sito

Impianto di Castel Giorgio, Blasi: “Il mio plauso alla Regione per il ricorso al Tar”

"Pur essendo localizzato in Umbria rappresenta un rischio per il bacino idrogeologico del lago di Bolsena"

Roma – “Ha il mio plauso il ricorso che la Regione Lazio ha presentato al Tar verso la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 luglio scorso con la quale si dava il via al Progetto pilota geotermico di Castel Giorgio“, dichiara il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Silvia Blasi.

“E’ un progetto che non esito a definire nefasto e al quale ho tentato di oppormi in tutte le sedi, che non andava approvato perché, pur essendo localizzato in Umbria, rappresenta un rischio per il bacino idrogeologico del lago di Bolsena con possibili effetti sconosciuti provocati dalla sismicità indotta. A causa dell’incertezza scientifica sugli esiti delle iniezioni di fluido nel sottosuolo andava cioè applicato, a mio avviso, il principio di precauzione“, continua Blasi. “La Regione Lazio, dopo aver determinato favorevolmente la Valutazione di Impatto Ambientale al progetto nel 2015, il cui peso si è comunque fatto sentire nell’iter amministrativo, è ritornata sui suoi passi dimostrando attenzione per le comunità che da anni si battono contro l’opera; una opposizione a cui ho dato voce in tutte le sedi, non ultima un incontro avvenuto al Mise a luglio scorso”.

Non posso che prendere le distanze – conclude – dall’operato del Consiglio dei Ministri che, in questo caso, considero nefasto per i nostri territori”.

(Il Faro online)