Seguici su

Cerca nel sito

Lazio contro il Lecce per confermare continuità di risultati in campionato

Simone Inzaghi: "Ci dispiace per la partita perso contro il Celtic perwsa immeritatamente. Bisogna però guardare avanti e alla partita di oggi"

Roma – La Lazio dopo l’ultima caduta in casa contro il Celtic in Europa League deve, necessariamente, riprendere il cammino importante che sta facendo in campionato e approfittare del passo falso fatto ieri dal Napoli che, in casa con il Genoa, è stato fermato sul pareggio a reti inviolate.

Tre punti contro il Lecce, darebbero un’ulteriore spinta ai biancocelesti nella corsa verso la conquista del quarto posto che significherebbe, accesso alla prossima Champions League.

Le dichiarazione degli allenatori nel pre-gara

S. Inzaghi – “Ci dispiace, abbiamo perso in modo immeritato. Bisogna però guardare avanti e alla partita di domani (oggi ndr), che sarà molto importante. Contro il Celtic abbiamo speso molto, è stato un incontro molto fisico. Veniamo da 3 vittorie consecutive in campionato, domani abbiamo una grande occasione ma il Lecce ha creato insidie anche a Milan e Juventus. Ha idee di gioco e può far male nelle ripartenze. Dovremo essere molto bravi.

Lulic e Luis Alberto giocheranno, giovedì hanno riposato per 60 minuti. Per gli altri dovrò valutare e parlare con i diretti interessati. Ci aspettiamo tanto da Milinkovic. È uno molto generoso e sta lavorando nel migliore dei modi. Può fare meglio ma fa qualsiasi cosa gli chiedo, anche difendere di più quando gioca con Luis Alberto. Sta giocando tanto e spero possa fare sempre meglio. Correa ieri ha svolto un buon lavoro, ha fatto quasi completamente la seduta col gruppo. Spero che oggi sia nella migliore condizione, perché davanti Immobile e Caicedo hanno spinto tanto.

Se Correa ci fosse stato giovedì, Immobile non avrebbe giocato contro il Celtic dall’inizio. Ciro è quello che ha accumulato più minuti ma credo abbia recuperato molto bene. Caicedo come sta? Ancora non lo so, non siamo ancora a 36 ore dal Celtic. Vogliamo migliorarci ancora in campionato, crescere, ma sappiamo che abbiamo contro squadre importanti. Cercheremo di alzare quella benedetta asticella, fatta non solo di trofei, ma anche dal ritorno in Champions League. Ci proveremo con tutte le nostre forze”.

Liverani – “In questa settimana a Roma, programmata da tempo, abbiamo lavorato in serenità. La squadra ha speso tanto nelle tre partite in una settimana e abbiamo cercato di recuperare per la gara di domani, prima della sosta del campionato. Non avrò a disposizione Tabanelli e Farias, mentre recupero Tachtisidis, che ha scontato la squalifica.

Il morale della squadra è mediamente positivo per i punti, buono ed in crescita per le prestazioni. Resta un po’ di amarezza perché nelle ultime due partite avremmo meritato almeno due punti in più. Per una squadra che lotta per la salvezza è fondamentale muovere sempre la classifica. Certamente sono importanti le vittorie, ma non perdere è un valore aggiunto per quello che è il nostro obiettivo. Per la sfida con la Lazio ho ancora un paio di situazioni da valutare bene sia da un punto di vista fisico, sia tattico.

Lapadula e Petriccione hanno dato dei segnali positivi già a Milano e si sono confermati con Sampdoria e Sassuolo. La Lazio ha rappresentato la mia casa per cinque anni e ci sarà un pizzico di emozione, ma quello che è importante ora è il Lecce: speriamo di offrire una buona prestazione. I loro punti di forza sono tanti e noi dobbiamo cercare di limitarli con il collettivo. Le individualità della Lazio possono fare la differenza in qualsiasi momento e noi dovremo essere bravi ad alzare l’intensità e non sbagliare tecnicamente, concedendo pochi spazi e facendo attenzione.

2.900 biglietti venduti per il settore ospiti? I nostri tifosi sono per noi un valore aggiunto e questo è il mio pensiero da quando sono arrivato a Lecce. Stanno facendo la loro parte in modo eccezionale e se raggiungeremo l’obiettivo finale gran parte del merito sarà anche loro”.

Le probabili formazioni

LAZIO (3-5-2)
Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Acerbi; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

Allenatore: Simone Inzaghi

A disposizione: Guerrieri, Proto, Bastos, Lukaku, Vavro, Cataldi, Parolo, Jony, Berisha, Adekanye, Anderson, Caicedo.

Indisponibili: Radu, Marusic

Diffidiati: Acerbi, Parolo

LECCE (4-3-1-2)
Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Majer; Mancosu; Lapadula, Babacar.

Allenatore: Fabio Liverani

A disposizione: Riccardi, Vera, Benzar, Shakov, La Mantia, Dubickas, Gallo, Vigorito, Rispoli, Lo Faso, Dell’Orco, Imbula.

Indisponibili: Falco, Farias, Tabanelli, Dumankic

Diffidati: Majer, Rossettini

Terna arbitrale e VAR

Arbitro: Manganiello

Guardalinee: Longo e Manganelli

Quarto uomo: Massimi

Var: Pairetto

Avar: Di Iorio