Seguici su

Cerca nel sito

Minturno e la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, ecco la lettera del Sindaco

Il Sindaco di Minturno: "Sarà un onore poterLa accogliere nella nostra città ed incontrarLa insieme ai miei concittadini."

Minturno – Succede in Italia che una signora anziana, di 89 anni, sopravvissuta ad Auschwitz e, quindi, nominata senatrice a vita in qualità di testimone vivente degli orrori della Seconda Guerra Mondiale, sia costretta – dal 7 novembre – a vivere scortata dai Carabinieri perché, le minacce social contro la sua persona e le sue iniziative, si sono fatte sempre più insistenti.

Succede in Italia che ci si spacchi e che  a quella stessa signora anziana, a tutti nota come Liliana Segre – che si è vista un’intera parte del Parlamento rimanere seduta di fronte alla sua proposta di creare una Commissione speciale contro l’odio – venga proposta la cittadinanza onoraria.

In tutta Italia, come nel sud pontino. Dopo Latina (Leggi qui), infatti, anche il sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, decide di intervenire sul delicato momento che la signora Segre e l’intera nazione italiana sta vivendo, scrivendo una lettera alla senatrice, di cui, di seguito riportiamo un pezzetto.

La lettera di Stefanelli

“Dal suo insediamento, avvenuto nel giugno del 2016, l’Amministrazione da me guidata porta avanti un impegno teso a mantenere viva la memoria del passato, a consentire alle nuove generazioni di conoscere, approfondire i fatti, di capire le divisioni di un tempo ed a contribuire a porre le basi per un futuro di pace. In tale contesto si inserisce la “Settimana della memoria”, in programma nel mese di maggio, che registra il coinvolgimento degli studenti del comprensorio turistico di Minturno-Scauri in incontri, mostre e spettacoli a tema. In quella occasione, sarebbe preziosa la sua presenza e molto gradita la Sua testimonianza di superstite dell’Olocausto.

Inoltre, mi pregio di comunicarLe che l’amministrazione intende conferirLe la cittadinanza onoraria per il suo impegno civile- sociale teso a mantenere viva la memoria e i valori ispiratori della Carta repubblicana, nonché per la sua esperienza nella Commissione Parlamentare per l’infanzia e adolescenza. Sarà un onore poterLa accogliere nella nostra città ed incontrarLa insieme ai miei concittadini.”

Qui la lettera integrale inviata dal sindaco Stefanelli alla senatrice Liliana Segre

(Il Faro on line)