Seguici su

Cerca nel sito

Vertenza Opel, a Fiumicino la marcia di protesta degli operai licenziati

Anselmi: "I lavoratori non devono sentirsi soli. Devono sapere pensare di avere al loro fianco il Comune". De Vecchis: "Ogni singolo lavoratore è trincea da difendere"

Fiumicino – Si è svolta questa mattina la “Marcia per il Lavoro” voluta dagli operai a sostegno dei lavoratori di Opel, licenziati per non meglio precisate ristrutturazioni aziendali della PSA, il gruppo francese che racchiude varie case automobilistiche.

Alla manifestazione hanno partecipato i consiglieri comunali di tutti gli schieramenti, l’assessore al lavoro Anna Maria Anselmi, il delegato la Lavoro Patrignani e il presidente della Commissione Lavoro Fortini, i sindacati e i lavoratori Opel ai quali si sono uniti anche quelli di Auchan e Sodexo, anche loro a rischio disoccupazione.

Presente anche il senatore della Lega, William De Vecchis. La manifestazione è partita da Piazza Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, davanti al Comune, e si è diretta a Piazza Grassi.

De Vecchis: “Ogni singolo lavoratore è trincea da difendere”

“Ogni singolo lavoratore è una trincea da difendere. Per la Lega questo principio vale tanto per i dipendenti dell’Ilva quanto per quelli dello stabilimento Opel Psa di Fiumicino a rischio licenziamento.

Il governo si svegli o si faccia da parte. Occorrono risposte concrete e urgenti per trovare soluzioni alternative nel mercato del lavoro locale, a partire da quello rappresentato dal sistema aeroportuale”.

Così il senatore della Lega William De Vecchis, vicepresidente della Commissione Lavoro di Palazzo Madama, che aggiunge:  “Non c’è un solo minuto da perdere.

Continueremo nelle sedi istituzionali a dare la sveglia a un esecutivo più preoccupato dalla sorte delle proprie poltrone che del futuro dei lavoratori e delle loro famiglie”

Anselmi:

“Quella di oggi è stata l’ultima in ordine di tempo tra le iniziative a sostegno dei lavoratori del nostro territorio, nell’arco di tre giorni- prosegue l’assessora -, a partire dal Consiglio Comunale straordinario su Alitalia e dal Tavolo Permanente che abbiamo istituito in Comune per trattare tutte le vertenze lavorative territoriali”.

“Vogliamo dimostrare come Amministrazione non solo la solidarietà ai lavoratori licenziati, ma essere parte attiva nelle loro lotte e nel cercare di avviare un percorso di soluzione di tutte le vertenze – spiega Anselmi -. I lavoratori non devono sentirsi soli. Devono sapere pensare di avere al loro fianco il Comune“.

“Noi, dal canto nostro – conclude -, dobbiamo amplificare la loro voce a tutti i livelli istituzionali. Questo è ciò che ho sempre fatto e che continuerò a fare nell’adempimento del mio mandato. L’impegno dell’amministrazione continuerà nelle prossime settimane con le prossime convocazioni del tavolo permanente sul lavoro”.

(Il Faro online)