Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, farmacie comunali, la Legge da’ ragione a E. Ludovici (FdI)

E. Ludovici: "Finalmente si è fatta luce sulla vicenda, non è stato il braccio di ferro tra le due società a far saltare tutto, è stata la legge"

Ardea – Il Consigliere Edelvais Ludovici, passato la scorsa settimana al gruppo di Fratelli d’Italia, interviene sull’azione esercitata dall’Amministrazione Locale riguardo la gestione delle Farmacie Comunali, fatto questo, riportato nel quotidiano “Il Massaggero” del 15.11.2019.

“Apprendo dal messaggero del 15.11.2019 – dichiara E. Ludovici – un dietrofront del Municipio di  Ardea sulle farmacie comunali che dovevano essere concesse a privati e con esse anche due dipendenti comunali. Una lotta a cielo aperto in quanto la questione ha interessato da mesi la sottoscritta al fine di portare garanzia e giustizia su una vicenda al quanto inverosimile”.

“Inverosimile perché i dipendenti del Comune – aggiunge E. Ludovici – venivano ceduti alla ditta privata che avrebbe condotto la concessione.

  • Per questo motivo chiesi in consiglio comunale attraverso un’interrogazione rivolta al sindaco  di non concedere attraverso la concessione delle farmacie anche i dipendenti, purtroppo non trovai appoggio, fui inascoltata.
  • Attraverso vari accessi agli atti considerai il bando di gara poco attendibile e non rispettoso  delle procedure in ottemperanza alle leggi di vigenti, inviando tutta la documentazione agli organi preposti e in indirizzo.
  • Seguitai chiedendo all’amministrazione comunale di annullare l’articolo 4 del bando di gara per evitare che i dipendenti passassero ai privati.
  • Presentai una mozione di indirizzo politico amministrativo chiedendo al consiglio comunale cittadino, di non cedere al privato i dipendenti comunali, purtroppo non passò”.

“Sono felice di leggere questa notizia – prosegue il Consigliere – in quanto essa è di buon auspicio, per altre attività di  gestione poco curate, che l’amministrazione pentastellata ha messo in campo. Finalmente si è fatta luce sulla vicenda, non è stato il braccio di ferro tra le due società a far saltare tutto, è stata la legge perché tutto sin dall’inizio era confuso e intricato”.

“A fare più luce e a confermare quello che ho sempre dichiarato dall’inizio – conclude E. Ludovici – è stata la relazione redatta dal responsabile dell’ufficio tecnico  che recita quanto segue: ‘…forti criticità relativamente alla procedura di gara e all’operato della commissione di gara medesima, nonché i presumibili danni che verrebbero arrecati al personale dipendente…’ nonché l’assoluta anti-economicità della procedura di affidamento in concessione con i criteri stabiliti negli allegati della gara. Non può esserci libertà senza giustizia sociale e non può esserci giustizia sociale senza libertà“.

Lo dichiara in una nota stampa il Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia, la Dott.ssa Edelvais Ludovici

(Il Faro online)