Seguici su

Cerca nel sito

Potenziamento del “Dono svizzero” di Formia, sindaci del Distretto sanitario e Asl a confronto

Due su tutte le tematiche affrontate: il reperimento di risorse umane e di risorse strumentali per l'ospedale di Formia, per dare maggiori e migliori servizi ai cittadini.

Formia – Si è tenuto ieri, l’incontro tra i Sindaci del Distretto socio-sanitario LT/5 e il direttore generale dell’Asl di Latina Giorgio Casati. L’obiettivo? Fare il punto sulle criticità, ormai note ai più, che presenta l’ospedale di Formia e, da lì, ripartire per un rilancio della sanità del Golfo.

Due su tutte le tematiche affrontate: il reperimento di risorse umane e di risorse strumentali, al fine di dare sempre maggiori e migliori servizi ai cittadini.

Nel corso dell’incontro, Casati ha illustrato le difficoltà riscontrate circa l’ingresso di personale specializzato, causato, a sua volta, dall’enorme penuria a livello nazionale, per poi rassicurare: nei prossimi mesi, sia il reparto di pediatria, di ortopedia e di radiologia si arricchiranno di nuovo personale, grazie a una politica volta a non abbandonare le potenzialità del “Dono Svizzero.”

Altra questione sicuramente da risolvere, affrontata durante l’incontro, è quella della risonanza magnetica, ancora non attivata e già oggetto di due episodi vandalici. Sul tema, Casati ha promesso che, nel giro di qualche mese, l’apparecchio entrerà in funzione.

Il vertice ha poi chiesto il coinvolgimento dei consiglieri regionali pontini su alcune tematiche della sanità locale, una su tutte l’adeguamento delle quote capitarie della nostra provincia.

“Diventa di fondamentale importanza – ha concluso il sindaco di Formia, Paola Villa non dividersi su certi temi e su certe battaglie, perché oggi l’ospedale di Formia risponde o meglio deve essere in grado di rispondere a circa 150.000 cittadini con servizi professionali.

Il tavolo di lavoro si è aggiornato perché le problematiche evidenziate dicono di seguire in modo dettagliato ogni cosa, rendendo partecipi dei passi in avanti anche i cittadini.”

(Il Faro on line)