Seguici su

Cerca nel sito

Anzio, le onde gravitazionali arrivano a scuola

Il fisico Giovanni Amelino-Camelia, dell'Università Federico II di Napoli incontra gli studenti del Liceo Innocenzo XII.

Più informazioni su

Anzio – Venerdì 22 novembre, il celebre fisico Giovanni Amelino-Camelia, dell’Università Federico II di Napoli incontra gli studenti del Liceo Innocenzo XII.

Gli incontri fanno parte del ciclo nazionale La Scienza a Scuola 2019 di Zanichelli. La quinta edizione dell’iniziativa porta oltre 50 ricercatori nei licei ed istituti di diverse regioni italiane per raccontare a studenti e insegnanti le storie di chi lavora alle frontiere della ricerca.

Sono storie che comunicano passione per la scienza e danno idee su cosa sappiamo e su che cosa stiamo per scoprire in matematica, fisica, chimica, biologia e medicina con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu.

Cosa sono le onde gravitazionali?

E cosa sono in grado di raccontare sull’origine dell’Universo? Perché è importante studiarle? Teorizzate da Einstein, la scoperta delle Onde gravitazionali ha aperto la strada a un nuovo straordinario campo d’indagine del cosmo: l’astronomia gravitazionale.

Lo spiegherà il fisico Giovanni Amelino-Camelia agli studenti del Liceo Scientifico e Linguistico Innocenzo XII di Anzio (RM) nell’incontro “Relatività e Onde gravitazionali”.

Docente e ricercatore dell’Università Federico II di Napoli, Giovanni Amelino-Camelia è uno dei fisici italiani più autorevoli al mondo ed è stato inserito nel 2008 nella rosa dei sei possibili eredi di Albert Einstein per la rivista Discover Magazine.

E’ Responsabile Nazionale della iniziativa specifica “Quantum Gravity Theory and Phenomenology” dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ed è il Senior Representative for Italy nel management committee della European COST Action “quantum gravity phenomenology in the multimessenger era”. La sua ricerca, che concerne prevalentemente l’investigazione del problema della gravità quantistica, ha prodotto studi che sono stati citati complessivamente oltre 10mila volte, collocandolo tra gli studiosi di gravità quantistica più citati al mondo, ed ha ricevuto riconoscimenti dall’Accademia dei Lincei, dalla Gravity Research Foundation e dal Foundational Questions Institute.

Gli incontri fanno parte della rassegna nazionale di 200 incontri “La scienza a Scuola” realizzati da Zanichelli in collaborazione con la rivista “Le Scienze”. Un tour didattico da ottobre a gennaio in cui 50 tra ricercatori, docenti, divulgatori e personalità del mondo scientifico incontreranno studenti e insegnanti degli istituti superiori e licei d’Italia per spiegare le ultime novità della Scienza, con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile.

Più informazioni su