Seguici su

Cerca nel sito

Fondi, tutto pronto per la “Giornata mondiale del diabete”

Al Castello Caetani di Fondi avrà luogo uno Screening gratuito del diabete, aperto a tutta la popolazione e in particolare ai familiari delle persone affette da diabete.

Fondi – In occasione della “Giornata Mondiale del Diabete” – istituita dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione mondiale della Sanità – anche per il 2019 il Lions Club Fondi organizza un’iniziativa finalizzata alla sensibilizzazione della cittadinanza su una malattia che colpisce oltre 400 milioni di persone al mondo.

L’appuntamento – che si avvale della collaborazione e del patrocinio di Lions Club International, Comune di Fondi, ASL di Latina, Diabete Italia ONLUS e Associazione Diabetici Fondi – è per Sabato 23 Novembre presso il Castello Caetani.

Dalle 15.00 alle 18.00 avrà luogo uno Screening gratuito del diabete, aperto a tutta la popolazione e in particolare ai familiari delle persone affette da diabete.

A seguire è in programma il convegno “Diabete e famiglia”, introdotto dai saluti del presidente del Club Lions di Fondi Aniello Maiello, del Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e del Direttore P.O. Fondi Fabrizio Turchetta. Seguiranno gli interventi “La prevenzione del diabete: il ruolo della famiglia” a cura delle dottoresse Elisa Forte e Daniela Fiore; “Prevenzione e cura del diabete a tavola” a cura delle dottoresse Vincenza Galante e Dottoressa Serena Lambraia; “Il rischio di malattie infettive nel diabete: l’importanza della vaccinazione” a cura della dottoressa Daniela Corpolongo e del dottor Vincenzo Di Biase.

Il diabete è una delle patologie croniche che necessitano di maggiore attenzione: quasi il 70% dei casi di diabete di tipo 2 potrebbe essere evitato con un adeguato intervento sugli stili di vita. E’ bene ricordare che siamo tutti a rischio-diabete. Almeno il 5-6% della popolazione, a livello locale come in ambito nazionale, è infatti affetta da questa patologia e circa un terzo delle persone diabetiche probabilmente non sa di esserlo.  Si tratta infatti di una malattia subdola: la glicemia provoca disturbi solo quando è molto alta; è possibile pertanto essere diabetici anche per un ampio arco di tempo senza accorgersene e giorno dopo giorno l’alto tasso di zuccheri danneggia i reni, gli occhi, le arterie, i nervi e il cuore. Per curare il diabete ci sono farmaci innovativi e nuove tecnologie, ma alla base di tutto c’è sempre la prevenzione ed è bene sottolineare in ogni occasione che battere il diabete sul tempo è possibile e che è necessario un intervento precoce.

(Il Faro on line)