Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Podistica Ostia, 40 anni di corsa e di passione. Pavia: “Un anniversario di grandi emozioni” foto

La celebrazione dell'anniversario della società di atletica del X Municipio al Polo Natatorio. Dirigenti, politici e atleti. Applausi e commozione. Una targa alla sorella di Erminio La Rocca scomparso lo scorso mese di settembre.

Ostia – Come tutte le società sportive podistiche del territorio lidense, anche la Podistica Ostia ha una sua bacheca alla Pineta di Castel Fusano. E’ un luogo di ritrovo quello, come sede di allenamenti e incontri tra i tesserati. Viene costruito in questi frangenti quel tessuto sociale di amicizia e di valori che poi si protraggono nel tempo.

PODISTICA

1979: anno della nascita. Passione, educazione e sociale

E’ accaduto anche alla società di atletica leggera del X Municipio. Anni di gare, di amicizie, di avvenimenti. Nel bene e nel male. Come accade nella vita e nella vita di una famiglia, anche per la Podistica e dal 1979 lo sport ha delineato rapporti duraturi e di affetto. Tra coloro che sudore addosso e scarpe da ginnastica ai piedi vanno. Partecipano agli eventi sportivi. Maratone, mezze maratone e anche gare podistiche di media lunghezza. L’importante è stare insieme e condividere. E l’atmosfera alla Sala Convegni del Polo Natatorio, lo scorso 23 novembre, era pregna di tutto questo. Emozione, affetto e fratellanza. Fratelli di corsa, tutti insieme. Più giovani e vecchi. Tutti protagonisti di una storia 40ennale che sino al 2019 ha portato la Podistica ad esistere e a vivere di passione. Tutti amatori. Lavoratori, genitori, figli, nipoti. Vita normale mischiata al mondo dello sport, dove in esso la vita viene mostrata con tutta la sua potenza.

L’intervento del presidente Giuseppe Pavia

Giuseppe Pavia

Una gioia per il presidente Giuseppe Pavia. Il fondatore della realtà sportiva del X Municipio. Dalla passione e dalla voglia di creare qualcosa di importante nell’ambito sportivo, come educare i bambini alla pratica. Tra i motivi della fondazione nel lontano 1979. E da allora ecco un anniversario importante. Prima dei 50 anni, i 40 anni. E tanti arrivati da lontano. Anche ex atleti. Oggi grandi. Oggi nonni. Ricordi condivisi. E il discorso pronunciato da Pavia ripercorre sensazioni ed immagini. Affetto e orgoglio. Grande soddisfazione per aver portato avanti un progetto prezioso per il X Municipio, in cui la divulgazione dei valori e non solo quelli sportivi hanno fatto la differenza: “Provo una certa emozione per questo speciale anniversario – ha detto Pavia di fronte alla platea – decisi insieme a mia moglie e a un gruppo di amici di fondare un’Associazione Sportiva dilettantistica amatoriale, mai avrei immaginato che questa iniziativa avesse così lunga vita”.

Le autorità politiche, sportive e militari  del X Municipio. Gli intervenuti alla Festa dei 40 anni. Discorsi e premiazioni

Davide Bordoni premia Pavia

Una lunga storia raccontata di fronte alle autorità politiche e sportive di Ostia. Tanti gli intervenuti allora per questa particolare occasione. Il presidente onorario della Podistica Mario Casu, anche vicepresidente dell’Ansmes, che ha apeto la manifestazione con parole di circostanza e ha letto il primo verbale redatto per la costituzione nel novembre del 2019. Allora, come oggi. Presente e presenti insieme a Pavia. Accanto a loro, anche Davide Bordoni, Segretario dell’Assemblea Capitolina, che ha consegnato a Pavia la Medaglia di Roma Capitale per i 40 anni di attività: “Complimenti a Pino Pavia e sua moglie Aurora, a tutti gli atleti e dirigenti di questa benemerita associazione”. Con lui anche Silvana De Nicolò, assessore allo sport del X Municipio, che ha speso parole di elogio a margine del convegno: “La Podistica Ostia è un prestigio del nostro territorio. Nell’ambito dell’atletica questa è sicuramente la più longeva. Ritengo che sicuramente lo sforzo della Podistica Ostia, del Presidente Pavia e della signora Pavia sia stato sempre quello di coniugare lo sport a dei valori etici ben precisi”. Anche Tonino Ricci al convegno dei 40 anni. L’ex presidente del Consiglio del X Municipio si è affiancato a , presidente regionale AICS, Francesco Fiaschi, consigliere Pro Loco Ostiamare, Andrea Nesi, responsabile ambiente AICS e Ugo Marchetti, Generale della Guardia di Finanza e iscritto alla Podistica.

Pavia premia una commossa Antonietta La Rocca

Tutti insieme per celebrare, di fronte all’assiepata assemblea di atleti e tesserati e insieme alla sorella commossa del compianto Erminio La Rocca, scomparso durante l’ultima Mezza Maratona di Roma. Un uomo di grande generosità e di cuore. Ricordato da tutti e da tutti applaudito con onore: “Ci ha insegnato un grande amore”. Ha detto Pavia. Nell’atto di consegnare uno speciale premio al suo ricordo alla sorella presente ai 40 anni, il dirigente della Podistica ha dichiarato: “Era sempre il primo. Il primo ad aiutare gli altri. Alla sorella Antonietta con piacere consegno questa speciale targa. Una targa da noi, per lui”. E il gesto per ricordare e salutare il loro caro amico non si è fatto attendere. Tutti insieme e in piedi i suoi compagni di squadra al Polo Natatorio. E alla Corri al Mare – La 13 Km del Mare di RomaMemorial Erminio La Rocca” dello scorso 13 ottobre, gli atleti della Podistica Ostia sono arrivati  tutti insieme al traguardo per ricordarlo. Affetto, amicizia e rispetto. Questo fa lo sport. Insieme a loro, anche Giampaolo Mannucci, delegato Coni Lazio per il X Municipio e i consiglieri del X Municipio Vittorio Allegrini, Andrea Bozzi e Fabrizio Mattei hanno applaudito e premiato gli atleti.

Il ricordo personale del Comandante della Guardia di Finanza Ugo Marchetti

Vincenzo Izzo, Ugo Marchetti, Giuseppe Pavia e Mario Casu

Dirigenti, atleti e amici. Nel tempo alcuni hanno indossato la maglia della Podistica Ostia e hanno portato uno speciale ricordo nel cuore. Lo ha dichiarato il Generale Marchetti. Primo Comandante della Guardia di Finanza di Ostia negli anni ’70. Anche lui tesserato in quegli anni della Podistica. E’ intervenuto per descrivere la sua esperienza personale, con evidente emozione: “Ringrazio il presidente Pavia. Sono orgoglioso di essere stato sempre un atleta. In quegli anni correvo con le Fiamme Gialle e ho ricordi splendidi. Ho corso anche a Venezia, quando sono stato al Comando Provinciale della Città. C’era l’acqua alta e per 3 lunghi chilometri abbiamo corso così tra le bellezze architettoniche della Serenissima. Ci siamo poi incontrati a New York con Pino. Ci siamo abbracciati come due fratelli. Indossavamo i colori che ricordavano la nostra città sul mare.  E ritrovarci e ricordare significa ogni volta ritrovare le nostre origini. E quando arrivi al traguardo ti sembra di toccare il cielo con un dito. La Podistica ha dentro una  forza immensa. Ti dona carica e voglia di andare avanti. Ti  fa sentire giovane”.

La missione per la cultura ambientale e il Gemellaggio tra Ostia e Cascia

Una missione per la Podistica Ostia in questi anni. Divulgare i valori dello sport, ma anche imprimere la cultura del rispetto dell’ambiente e da 17 anni la gara podistica a Castel Fusano “Ostia in corsa per l’Ambiente”, invita runners da tutta Roma per godere delle bellezze verdi della Pineta lidense e per promuovere la difesa di un inestimabile bene naturale. E numeri. Tanti numeri. Di questo evento, come per gli altri. Nazionali, regionale e locali. Anche internazionali. La Maratona di New York è il nucleo delle partecipazioni, anche della Podistica Ostia. Tante edizioni fatte dai tesserati e dal presidente Pavia: “Un anno ho partecipato con mia moglie Aurora – lo racconta il Presidente a Il Faro on line – ero vigile del fuoco e ad ogni incrocio mi fermavo per salutare i colleghi. Aspettavo mia moglie che mi raggiungesse e stringevo le mani ai colleghi americani. Ci misi sei ore quella volta per completare il percorso, ma fu bellissimo”. Sorride Pavia mentre lo racconta, con gli occhi pieni di ricordi. Uno degli episodi importante della sua vita di atleta master con la Podistica Ostia. E uno in particolare ci tiene a ricordarlo. Anche insieme a Davide Bordoni allora presidente del X Municipio. Nel 2005 il Gemellaggio tra Ostia e Cascia. Pavia portò la Fiaccola di Santa Rita tra una fila di migliaia di persone. Una Fiamma benedetta il giorno prima da Papa Ratzinger: “Un aspetto importante e mi fa ricordare dei momenti eccezionali”. Lo sottolinea Bordoni. 50 maratone e 32 mezze maratone. Questo il palmares del presidente e atleta della Podistica. Roma e la RomaOstia. Tra le più gettonate e le più raccontate da tutti. Lo sport dona benessere psico – fisico. Questo il messaggio che emerge dai racconti. E l’affetto, le amicizie e la forza del gruppo sono state le basi delle testimonianze dei discorsi fatti e delle parole donate ai lettori de Il Faro on line. Premiati i migliori tesserati dell’anno. Gli Atleti dell’Anno: Sergio Bizzarri per gli uomini e Silvana Marino per le donne. E poi tanti altri. Tra cui Marcella Petrella, che a Il Faro on line confessa di essersi giù iscritta alla RomaOstia del 2019: “Voglio dire ai giovani quanto faccia bene correre e insieme agli altri”.

I numeri della Podistica e i tempi di gara degli atleti

la platea della celebrazione

E lo stare con gli altri fa salire i numeri. Delle partecipazioni, come dei chilometri percorsi su e giù per l’Italia e per il mondo. E sempre con la maglia della Podistica Ostia addosso. Nell’ultima edizione di Ostia in Corsa per l’Ambiente, oltre 700 i runners arrivati al traguardo su un percorso di 10 chilometri  nella Pineta di Castel Fusano. E anche tanti, tantissimi iscritti della Podistica. Nel 2019 migliaia i chilometri percorsi da tutti. Sia uomini che donne. Per la classifica maschile il campione con più km percorsi è Fabrizio Micò. 300,883 per lui nelle gambe. Subito dopo ecco il capitano premiato al Polo Natatorio. Sergio Bizzarri firma quasi 265 chilometri fatti. Per le donne, Grazia Vecchi si pregia di conquistato 597,569 chilometri. Prima su tutte. Seconda Marcella Petrella che hai nei piedi 463 chilometri in palmares e un mucchio di 353 metri percorsi. 4 mila i km totali costruiti su strada dalla Podistica Ostia. Risultato della passione, del sacrificio. E della voglia di stare bene, anche nello sport. Alla Millenium Racing sui 10 km, Claudio Curci ha formato un tempo di 37 minuti e 15 secondi nella categoria master degli SM40. Per le donne Patrizia Salvi si è presa il tempo di 50 minuti e sei secondi per la Run for Autism per i 10 mila della SF50. Nella Maratona del ritorno, in cui il capitano Bizzarri ha vissuto sensazioni speciali per una gara del sacrificio e dell’insegnamento di vita, lo stesso migliore atleta dell’anno 2019 ha conquistato un tempo di 03:29.43. Alla Maratona di Roma del 2018 una grande soddisfazione per lui e un buon tempo di gara. Il miglior tempo dell’anno in corso lo ha siglato però Luca Rossi. Alla Maratona di San Valentino l’atleta della Podistica ha tagliato il traguardo in 03:09.22. Un grande crono. Per le donne invece Gabriella Ortisi ha firmato un tempo sotto le 4 ore e 10 minuti alla Maratona di San Valentino. Per lei sono state 04.08.52 le ore in strada ad ammirare la città di Verona. Le maggiori mezze maratona le ha percorse Fabrizio Micò. 6 per lui le gare della 21 km. Grazia Vecchi invece si pregia di averne corse 8. Dalla RomaOstia, da tutti amata e corsa, fino alla competizione dei Tre Comuni laziali di un po’ di più di 21 km. 22 chilometri e 8 metri sul tracciato complessivo. La Corri Fregene, la Cortina – Dobbiaco e la Roma By Night Run con la Roma Via Pacis, da poco inserita nel calendario Fidal. Una vita intera nello sport e nella corsa per i tesserati della Podistica Ostia che conquistano soddisfazioni personali nella partecipazione di tante gare. E non solo come atleti, ma anche come collaboratori e organizzatori. La Podistica Ostia ha organizzato la RomaOstia e la Maratona di Roma, tra le altre manifestazioni.

 

Una lunga esperienza da mettere al servizio della collettività e non solo sportiva. 40 anni di ricordi, di tempi, di scarpe da ginnastica e da maglie zuppe di sudore. Ed è sempre una festa alla fine. Una festa da vivere tutti insieme. Nella condivisione dei valori dello sport. Buon compleanno Podistica Ostia.

Le dichiarazioni degli intervenuti alla celebrazione dei 40 anni a Il Faro on line

Bordoni durante una premiazione

Davide Bordoni, coordinatore Forza Italia Roma e Segretario Assemblea Capitolina

“In qualità di Segretario dell’Assemblea Capitolina ho portato un riconoscimento all’Associazione per i suoi 40 anni. Quando sono diventato Presidente del X Municipio e anche negli anni di attività ho sempre guardato positivamente alla sua missione sportiva. Non solo è un’Associazione meritoria, storica di Ostia, ma è molto attiva nel campo sociale, ambientale e culturale. Quindi noi come istituzione dobbiamo sostenere, lei come le altre. Mi ricordo ci fu un gemellaggio tra Ostia e Cascia, nel maggio del 2005 durante la mia Presidenza lidense, Giuseppe Pavia portò la Fiaccola di Santa Rita tra migliaia di persone, benedetta il giorno prima da Papa Ratzinger. Un aspetto importante e mi fa ricordare dei momenti eccezionali. E’ fondamentale la presenza di queste associazioni sportive per il nostro territorio. Non ci sono solo gli iscritti, non ci sono le cariche sociali ma si crea sinergia, amicizie, tessuto sociale e culturale. Si forma poi la società civile. E’ importante perché non esiste solo un riferimento per portare lo sport nella vita delle persone, ma per diffondere i valori di Ostia in giro per l’Italia. I tesserati partecipano alle manifestazioni a livello nazionale, questo fa sicuramente bene. Ma è fondamentale la diffusione dei valori tramite lo sport. Negli ultimi anni, tra l’avvento dei social network e un po’ questo incattivamento generale si è un po’ persa. Dobbiamo ripartire da queste associazioni, da questo spirito familiare di territorio e di solidarietà. Sono portatori di valori sani. Come lo sport. Qui ancora meglio. Lo sport viene praticato in modo amatoriale. Si fa perché si vuole fare. Si vuole stare insieme. E’ importante”.

Silvana De Nicolò, assessore allo sport del X Municipio del Movimento Cinque Stelle

Silvana De Nicolò

“La Podistica Ostia è un prestigio del nostro territorio. Abbiamo queste associazioni  sportive di cui alcune sono di lunghe corso, nell’ambito dell’atletica questa è sicuramente la più longeva. Abbiamo un tessuto sportivo veramente di eccezione. Abbiamo la possibilità di svolgere qualsiasi tipo di sport legati al mare come la corsa in spiaggia, le discipline natatorie e di vela. E abbiamo la podistica che regna sovrana su Ostia. Si vedono amatori ovunque, in pineta come sul lungomare. Abbiamo la ciclabilità. Abbiamo delle meravigliose strutture come il Polo Natatorio che ci ha ospitati, il Pala Pellicone della Fijlkam dedicato alle arti marziali. C’è l’imbarazzo della scelta. E attraverso le Fiamme Gialle abbiamo una cura particolare di un gruppo militare che si dedica allo sport. I ragazzi sono mobilitati sin da piccoli. La scuola media della Mozart ha ben due sezioni sportive, l’unico caso in Italia.  Come anche le scuole superiori. I nostri giovani sono liberi di praticare sport e di crescere. Naturalmente vogliamo tutti lo pratichino a livello amatoriale e se c’è qualcuno che emerge ben venga”. Per quanto riguarda la festa della Podistica aggiunge: “Conosco alcune persone. Le ho viste gareggiare, me le ricordo. Almeno quelle che sono intervenute all’anniversario, sono persone di grande livello morale e umano. Ritengo che sicuramente lo sforzo della Podistica Ostia, del Presidente Pavia e della signora Pavia sia stato sempre quello di coniugare lo sport a dei valori etici ben precisi, di cui quello dell’ambiente è il nucleo principale. Il centro di tutto è questo modo educato e gentile di fare. Rispettoso del prossimo che io ho denotato e denoto in tutti i tesserati, qualsiasi manifestazione sportiva facciano. Quindi sono contentissima che la società prosegui la sua attività e mi auguro che sia in vita ancora per tantissimo tempo”.

Enrico Gilardoni, comunicazione Podistica Ostia

“Una bella manifestazione. Uno dei capolavori che ha fatto il nostro Presidente, ne ha fatti tanti nella sua lunga vita di presidenza. Non mi aspettavo che avesse un successo di questo genere, con l’affluenza di persone di un certo livello, soprattutto la partecipazione di tanti vecchi iscritti. Con il passare degli anni si perdono di vista, però resta sempre l’amore per la società, per le tante gare fatte in tanti anni. Ho fatto tantissime gare con loro. Mi ricordo della RomaOstia, una delle tante che ho fatto, insieme alla gare dei Tre Comuni nel viterbese. Mi piaceva correre perché era una grande soddisfazione farlo e portava un beneficio fisico”.

Silvana Marino, Atleta dell’Anno in ambito femminile

“Ho ricevuto un premio inaspettato. Come diceva il Presidente è un riconoscimento simbolico. Me l’ha donato Pietro Paglione, che oltre ad essere un nostro socio, è anche un caro amico e vicino di casa. Gli sono molto affezionata. La sua consegna mi ha davvero tanto commosso ed emozionato particolarmente. Sicuramente è un onore essere Atleta dell’Anno e simbolo femminile. Uno spunto per far crescere di più questa società con tutti i valori che la contraddistinguono. Una vera e propria famiglia. Ne sono molto felice. Come diceva anche Sergio Colino durante la premiazione, ho cominciato con mio marito Danilo a correre. Per fare qualcosa insieme e vivendo qui a Ostia è bello correre sul lungomare e in Pineta. Ti da quella sorta di energia giornaliera per affrontare tutto. Fa stare anche molto bene. Corro sulle basse distanze. Sui brevi chilometri. Devo dire che un risultato importante che ricordo è stato quello ottenuto nella Run for Emergency dell’anno scorso. Ho quasi raggiunto mio marito e questa è stata una bella soddisfazione (ride). Non so se riuscirò più.. ma difatti l’ho ottenuto. La ricordo con molto piacere”.

Sergio Bizzarri,  capitano e Atleta dell’Anno in ambito maschile

Bizzarri premiato da Davide Bordoni

“Una sorpresa il premio. Mi ha commosso e non me lo aspettavo. Mi ha commosso anche per le parole scritte sulla targa del Trofeo che ho ritirato. Sicuramente per me la Podistica Ostia è una famiglia. Sto con loro da 26 anni. Oggi fa 40 anni. Di questi 40..sono orgoglioso di averne vissuti un frammento insieme. Spero di continuare sempre così e stare ancora con la Podistica Ostia. La mia intenzione è quella di esserci sempre. Ho iniziato a correre tanti anni fa. Volevo fare sport perché fa bene. Mi piace lo sport di sacrificio. La corsa lo è. E’ una parafrasi della vita, si superano momenti di difficoltà. La maratona somiglia molto alla vita. Quest’anno il momento più bello vissuto è stato alla Maratona di Roma. Ripeto..la Maratona per me è bella perché ti fa superare difficoltà che prima o poi incontri in gara. E’ una palestra di vita, in particolare la maratona. Non la correvo da oltre 20 anni, quindi ho vissuto delle belle sensazioni. Sono ritornato ed è stata una emozione indimenticabile e forte. A Roma è suggestiva. Eravamo intorno ai 15 mila. Bellissima”.

Marcella Petrelli, atleta master e partecipante a numerose gare podistiche

Marcella Petrella premiata da Silvana De Nicolò

“Sono stata premiata come seconda di categoria per l’ennesima volta. Corro da tanti anni insieme alla mia amica. Lei fa più gare di me (sorride) ma partecipo anche io. Sono contenta. Mi piacerebbe trasmettere il mio entusiasmo per la corsa ai giovani. Ho 58 anni e sono una nonna ormai (ride). Vorrei che corressero i miei nipoti e che lo facessero per stare bene. Fa bene a me e desidero che lo faccia anche a loro. Quando ti sei fatta una bella corsa ti senti bene, diffondi ottimismo. Pensi positivo e stai bene con gli altri. Ho  cominciato per sbaglio a correre, a 35 anni. Ho giocato per tanti anni a tennis e poi ho conosciuto mio marito. Era difficile organizzare le partite insieme perché avevamo i nostri figli da accudire. E allora ho iniziato a correre per conto mio e mi piaceva. Ho continuato. Mi hanno coinvolto nelle gare e adesso partecipo un po’ di più. Sono di Cinecittà. Corro la mattina prima di andare a lavorare, alle 06.45. Mi da la forza per affrontare la giornata. Mi riordina i pensieri della giornata. La maratona ti lascia veramente una sensazione particolare addosso. L’ultima che ho fatto è stata quella di Padova nello scorso mese di ottobre. Le gare che amo di più sono però le mezze maratone. C’è meno ansia e quando arrivi hai ancora un po’ di fiato. Con un buon allenamento, puoi essere ancora lucido sul traguardo (ride). Con la maratona invece hai bisogno di riposare, prima di ricominciare a correre. Ho fatto tante RomaOstia sin dal 2002. Sono già iscritta per la prossima. Mi piace l’arrivo sulla Rotonda di Ostia. Abitando a Roma non vivo il mare tutto l’anno. Mi alleno all’Appo Claudio. Per cui sento proprio l’odore del mare quando arrivo. Ricordo quello con estrema intensità”.

Vincenzo Izzo, atleta master ed ex campione delle Fiamme Gialle del mezzofondo

“Buongiorno a tutti. Una bellissima festa, organizzata benissimo dal presidente Pavia e da tutto il suo gruppo. E’ bello ricordare i 40 anni, perché è un appuntamento importante per l’attività svolta qui a Ostia, complimenti al Presidente. Bella gente e bei valori. Ho trovato in questa società una famiglia che ti permette di fare attività amatoriale e correre con loro. Sono una Fiamma Gialla da 41 anni. Ho corso con Le Fiamme Gialle e per tante gare competitive, facevo i 1500, i 3000, i 5000 e i 10 mila metri. Mezzofondo e fondo. Fatte a buon livello nazionale. Ho tanti bellissimi ricordi. Dalla presenza costante del Generale Gola, a quella di Vincenzo Parrinello. E tutti i miei compagni di squadra. Ho tanta amicizia con gli ex atleti del mezzofondo tra cui Franco Fava, Michelangelo Arena, Caputo, Iacona. Abbiamo condiviso alcune esperienze sportive in Campania con gare podistiche al mio paese. Ho iniziato a correre a 8 anni. Nel mio paese di Cancello Scalo, della provincia di Caserta, c’era l’unica società sportiva di atletica e tutti correvano. Si faceva solo quello di sport. Ho visto correre gli altri e poi ho cominciato a farlo anche io. La corsa è una festa, mi fa stare con gli altri, diffonde amicizia e sinergia tra le persone. Fa fare gruppo”.

Le premiazioni

ATLETA  DELL’ANNO DONNE: Silvana Marino Per impegno dedizione e disponibilità

ATLETA DELL’ANNO UOMINI: Sergio Bizzarri. Dedica sulla targa : “A Sergio, collaboratore prezioso, preciso ed ottimo atleta”.

CLASSIFICA  CONTAKILOMETRI femminile anno 2019

1.Grazia      VECCHI         Km 597

2.Marcella  PETRELLI    Km 463

3.Gabriella ORTISI          Km 181

CLASSIFICA  CONTAKILOMETRI maschile anno 2019        

1.Fabrizio Micò               Km 301

2.Sergio Bizzarri             Km 264

3.Raffaele Troisi              Km 210

MIGLIORI TEMPI Femminile      

Patrizia Salvi     – Migliore tempo nella 10 km : Run For Autism del 31/3/2019  50’: 06’’

Gabriella Ortisi – Migliore tempo nella Mezza Maratona:ROMA-Ostia del 10/3/2019  01:55’:35’’

Gabriella Ortisi  – Migliore tempo nella Maratona:  Parma del 20/10/2019  04:08’:52’’

MIGLIORI TEMPI Maschile  

Claudio Curci – Migliore tempo nella 10 km : Millennium Running del 29/9/2019  37’:15’’

Luca Rossi – Migliore tempo nella Mezza Maratona :ROMA-Ostia del 10/3/2019  01:23’:51’’

Luca Rossi – Migliore tempo nella Maratona:San ValentinoTerni del 17/02/2019  03:09’:22’’

IL DISCORSO DEL PRESIDENTE PAVIA

Cari amici,

se vi dicessi che nel  leggere queste brevi note non provi una certa emozione Vi direi una bugia. Infatti quando, 40 anni fa, nel lontano 1979, decisi insieme a mia moglie e a un gruppo di amici di fondare un’Associazione Sportiva dilettantistica amatoriale, mai avrei immaginato che questa iniziativa avesse così lunga vita ed io stesso fossi chiamato a presiederla ininterrottamente e, modestia a parte, riscuotesse tanto successo.

                All’epoca, neofita delle nostra beneamata disciplina sportiva, me ne innamorai e proprio sulla spinta di questo sentimento passai ben presto dal ruolo di semplice atleta a quello più impegnativo di gestore di tante donne e di tanti uomini accumunati dalla stessa passione.

                Ovviamente in tanti decenni sono cambiate molte cose e oggi grazìe all’informatica e ai mezzi di comunicazione  il mio compito e quello dei miei collaboratori è stato molto facilitato.

                Non è invece mutato l’impegno e la fatica di chi come me e tanti altri ha percorso centinaia e centinaia di chiilometri versando litri di sudore e consumando molte paia di scarpe ma provando tante soddisfazioni a prescindere dai premi, più o meno simbolici, conquistati.

                Devo però aggiungere che a questi aspetti positivi se ne somma un altro, a mio parere, ancor più importante e duraturo. Mi riferisco al rapporto umano che si cementa gara dopo gara e questa assidua frequentazione spesso si trasforma in una vera e propria amicizia che rappresenta l’essenza stessa della nostra vita qualche volta inquinata da inopportuni rapporti con altri. Infatti e non solo sotto questo aspetto, il nostro giornalino ed il nostro sito sono diventati importanti punti di riferimento e di coesione per i nostri iscritti e per tutti quelli che ci seguono.

                Voglio inoltre ricordare in questa occasione che la Podistica Ostia con il passar degli anni è diventata una realtà consolidata nel nostro territorio e ha aggiunto alle sue specifiche finalità qualche altra iniziativa che ha coinvolto anche comuni cittadini.

 Ne ricordo qualcuna :

 Il Centenario di Ostia nel 1984, i meeting dell’amicizia nel parco  di via Pietro Rosa e all’Idroscalo, Ostia per  Telethon, ha inoltre collaborato alla organizzazione della “Roma Ostia”, della “Urbs Mundi” e della Maratona di Roma. Non posso dimenticare poi il significativo contributo che la Podistica Ostia ha dato al nostro Municipio nel maggio 2005, all’epoca della Presidenza dell’On. Bordoni, in occasione della celebrazione del gemellaggio Ostia – Cascia  

 Credo però che l’iniziativa più importante e meritevole che la Podistica Ostia ha realizzato sia la gara “Ostia in corsa per l’ambiente” che si disputa la prima domenica di settembre da ormai 17 anni e che richiama, oltre alle centinaia di partecipanti alla competizione,  tante e tante altre persone nella nostra pineta di Castelfusano. La manifestazione è stata concepita per sensibilizzare l’opinione pubblica alla tutela e alla difesa dell’ambiente naturale ed in particolare della nostra “Riserva del litorale”aggredita nel luglio ‘2000 da un devastante incendio  e poi anche da atti vandalici o da mire speculative.

                Mi sembra giusto inoltre ricordare come anche in questa circostanza la Podistica Ostia sia stata lungimirante perché solo da qualche tempo l’opinione pubblica mondiale ha percepito che solo la difesa della natura può tutelare l’intera umanità dal riscaldamento globale e dall’insidia del famigerato CO2, l’anidride carbonica, che ci sta progressivamente avvelenando se non si prenderanno opportuni provvedimenti a cominciare dal nostro stesso stile di vita.

                Cari amici non voglio dilungarmi oltre ma devo anche ricordare i numerosi riconoscimenti assegnati alla nostra Associazione da pubbliche Autorità o da Enti sportivi fra i quali la Stella di bronzo conferita dal Coni nel 2008 e la presenza di tanti autorevoli e graditi ospiti partecipanti a questa ricorrenza ne sono una tangibile testimonianza.

                Infine torno a confessarvi che provo emozione ma anche un po’ di orgoglio ad essere riuscito a realizzare in 40 anni quanto ho cercato di sintetizzare con queste mie parole.

                Devo però riconfermarvi che senza di voi, l’aiuto di mia moglie e soprattutto della sua infinita pazienza, sarei rimasto un anonimo podista.

Grazie di cuore a tutti. Viva la Podistica Ostia!                                                                                                                                                              

Giuseppe Pavia

(Il Faro on line)