Seguici su

Cerca nel sito

Costa, D’intino e Severini: “L’Amministrazione di Fiumicino rispetti il ruolo dei consiglieri”

"Alla commissione consiliare di oggi dopo tre quarti d'ora d'attesa non si era ancora presentato nessuno degli assessori"

Fiumicino – “Ancora una volta, il ruolo istituzionale dei consiglieri di Fiumicino è stato gravemente svilito dall’Amministrazione comunale. Oggi, infatti, si sarebbe dovuta tenere una commissione consiliare congiunta per parlare dell’asilo nido di via Foce Micina: peccato, però, che alla seconda convocazione (prevista per le ore 15:00), dopo tre quarti d’ora d’attesa, non si fosse ancora presentato nessuno degli assessori (con la sola eccezione di Calicchio, che ha detto però di essere limitato dall’assenza dei suoi colleghi) né dei dirigenti”, si legge in una nota diffusa da Stefano Costa (capogruppo Fratelli d’Italia), Vincenzo D’intino (capogruppo Lega) e Roberto Severini (capogruppo Crescere Insieme).

“Insomma – proseguono -, l’ennesima beffa ai danni dei consiglieri eletti dai cittadini, contro la quale abbiamo deciso di protestare abbandonando la commissione (che, oltretutto, essendo congiunta, era stata reputata così importante da coinvolgere numerose persone, che sono invece rimaste ad aspettare in eterno l’arrivo degli assessori). Non è ammissibile che eventi del genere continuino a ripetersi: ma ormai è diventato un modus operandi che, d’altronde, va di pari passo con quanto accade durante i consigli comunali, convocati quasi esclusivamente con lo scopo di parlare di debiti fuori bilancio o di mozioni e question time di cui però l’Amministrazione non tiene mai concretamente conto nella sua attività. Un atteggiamento politico assolutamente antidemocratico, che condanniamo pesantemente e contro il quale continueremo a protestare finché le cose non cambieranno radicalmente” concludono Costa, D’intino e Severini.

(Il Faro online)