Seguici su

Cerca nel sito

Il Coordinatore europeo per le Autostrade del Mare in visita al Porto di Civitavecchia

Di Majo (AdSP): “La visita di Kurt Bodewig rappresenta la conferma della leadership del porto di Civitavecchia nel settore delle Autostrade del Mare”

Civitavecchia – Nelle scorse ore, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo ha ricevuto, presso gli uffici di Molo Vespucci, il Coordinatore Europeo per le Autostrade del Mare, Kurt Bodewig.

Il professor Bodewig, arrivato ieri in Italia in occasione del Seminario di approfondimento “Financing the maritime sector and MoS” tenutosi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al quale ha preso parte anche il Presidente dell’AdSP presentando il progetto BCLink: MoS for the future”, ha visitato il porto Civitavecchia e il cantiere in cui, da oltre un mese, sono partiti i lavori per la realizzazione del nuovo pontile della darsena traghetti.

La Commissione Europea, infatti, su un totale di circa 7 milioni di euro, ha concesso al porto di Civitavecchia un contributo a fondo perduto pari a 2,2 milioni. La parte restante sarà finanziata con un mutuo della Banca Europea per gli Investimenti (BEI).

La visita al cantiere è stata preceduta dalla presentazione da parte del Presidente di Majo dell’intero progetto mentre lo stato di avanzamento dei lavori è stato descritto dall’ing. Carmine Rizzo dell’impresa consorziata esecutrice R.C.M. Costruzioni S.r.l. di Sarno.

Soddisfatto il presidente dell’AdSP, Francesco Maria di Majo: “La visita di quest’oggi del professor Bodewig in veste di Coordinatore europeo per le Autostrade del Mare (AdM) rappresenta la conferma della leadership del porto di Civitavecchia nel settore delle AdM. Desidero ringraziare il professor Bodewig per aver voluto vedere personalmente i lavori del nuovo pontile avviati circa due mesi fa e che si concluderanno entro il 2020. La sua realizzazione permetterà un ulteriore sviluppo delle Autostrade del Mare in un momento in cui il potenziale dell’interscambio Civitavecchia/Barcellona continua a crescere.

Nel Forum di ieri a Roma, il professor Ennio Cascetta della Rete Autostrade Mediterranee (RAM) ha, infatti, sottolineato come circa il 50% dell’interscambio Italia/Spagna oggi viaggi via mare. Grazie al progetto BCLink e, quindi, alla realizzazione di due nuovi accosti saremo in grado di intercettare lo sviluppo di tale interscambio e soddisfare, così, la domanda di crescita del settore. Il tutto, in un’ottica ecosostenibile dei trasporti con il conseguente abbattimento delle esternalità negative legate al trasporto su strada”.

Entusiasta il Coordinatore europeo per le Autostrade del Mare, Kurt Bodewig: “Ieri a Roma, con il professor Carlo Secchi abbiamo presentato nuovi ed innovativi modelli di finanziamento nell’ambito delle reti transeuropee di trasporto (TEN-T). Oggi, nella visita al porto di Civitavecchia, ho potuto vedere con i miei occhi come, a due anni dalla Blending call, ci sia un esempio concreto di progetto che, in chiave ecosostenibile, si sta realizzando attraverso la combinazione di diverse forme di finanziamento per soddisfare la crescita dei trasporti tra l’Italia e la Spagna.

Nella visita di questa mattina al cantiere sono rimasto positivamente sorpreso dello stato di avanzamento dei lavori a soli due mesi dal loro inizio. Nel processo di revisione delle reti TEN-T il progetto BCLink potrà rappresentare sicuramente un esempio virtuoso da portare all’attenzione della Commissione europea al fine di rivedere, nella sua globalità, le reti transeuropee di trasporto”.

(Il Faro online)