Seguici su

Cerca nel sito

Ostia Autumn School: le spiagge libere si colorano di U2 e di Giorgio De Chirico

Centrato l'obiettivo di Ostia Autumn Scool di progettare all'insegna del colore i Lidi Misteriosi ovvero le spiagge libere dal Pontile al Porto. L'omaggio agli U2 a 30 anni dal video di All I Want Is You

Ostia – Si è conclusa con richiami agli U2 e a Giorgio De Chirico la quinta edizione di Ostia Autumn School, quest’anno incentrata sul tema dei Lidi Misteriosi. (qui trovi il programma)

Ostia

L’obiettivo di progettare con colori, materiali ecocompatibili e di facile rimozione delle spiagge libere comprese tra il Pontile ed il Porto, ha raggiunto la sua massima espressione grazie al contributo dei 60 studenti di Architettura provenienti dalle università di Reggio Calabria, Chieti e Venezia che hanno preso parte alla parte “didattico-sperimentale” dell’evento. Sotto la guida di tutor di chiara fama quali Gianluca Peluffo ed Ernesta Caviola, Teresa Sapey, Riccardo Roselli, Giuliano Fausti e Claudia Bonollo, gli allievi hanno sviluppato in quattro diversi gruppi di lavoro il tema con fantasia e richiami anche video-musicali oltre che artistici.

Obiettivo del workshop era di progettare originali modalità di rapporto con l’acqua, per rispondere alle nuove esigenze di uso delle spiagge e di fruizione del tempo libero. Nella progettazione delle strutture e degli spazi, si è dato ampio spazio all’uso del colore e agli aspetti legati alla sostenibilità, secondo quanto di meglio si sta facendo oggi in Europa e in particolare nei paesi nordici, prediligendo tecnologie carbon free, materiali locali e di recupero provenienti dalla così detta economia circolare.

Tra gli aspetti progettuali individuati, si sono sviluppati quelli legati al benessere, al gioco, alle pratiche sportive non competitive e alla cura del corpo. Un tema ricorrente è stato anche quello dell’uso della spiaggia come luogo dove celebrare matrimoni e cerimonie all’aperto, a contatto con la natura.

Il gruppo di studenti coordinato dagli architetti Giuliano Fausti e Claudia Bonollo ha ripreso la storia del video di “All I Want Is You” della band irlandese U2 girato nell’aprile 1989 tra Capocotta e Ostia Antica. La sceneggiatura del progetto di Lidi Misteriosi ha come finale la spiaggia come luogo per i matrimoni del mondo, di tutte le religioni e di tutte le razze. Molto interessante il lavoro portato a termine dal gruppo di studenti aventi come tutor Riccardo Roselli: i ragazzi hanno dettagliato interventi e colori da adottare per ravvivare le spiagge di Ostia Ponente.

Particolarmente apprezzata anche l’opera realizzata dall’artista Emma Fausti, un Cigno Misterioso che riprende la serie di quadri di Giorgio De Chirico intitolata Bagni Misteriosi.

 

Il Cigno Misterioso realizzato dall’artista Emma Fausti

Innumerevoli le personalità del mondo dell’architettura che hanno preso parte alla sezione di match o meeting tenutasi nella Bolla di Rosa Garden. Tra queste la rappresentante del China Museum International Qian Qian, il vicepresidente nazionale di InArch Luca Zevi, il presidente dell’Ordine degli Architetti di Roma Flavio Mangione, il presidente del Centro Economia Digitale Rosario Cerra, il professor Massimo Locci dell’università La Sapienza ed il professor Piero Bellotti de La Sapienza. A sovrintendere la perfetta organizzazione il presidente dell’Aiac (Associazione italiana architettura e critica) Luigi Prestinenza Puglisi.

La Bolla Rosa Garden, sede dei dibattiti dell’Ostia Autumn School

L’organizzazione ha assegnato un riconoscimento al designer internazionale e accademico Aldo Cibic, cresciuto alla scuola del notissimo Ettore Sottsass. Tra gli ospiti della cerimonia finale anche Eleonora Vallone che ha promosso la partecipazione e contributi video per il suo Acqua Film Festival.

Aldo Cibic all’Ostia Autumn School