Seguici su

Cerca nel sito

Davide Benetello: “Il karate ai Giochi Olimpici Giovanili del 2022”

Una conferma fondamentale in vista della decisione finale del Cio. Oltre Tokyo il karate sarà ancora olimpico. Ne da notizia il membro del Comitato Esecutivo della Wkf

Roma – Mentre è cominciato il conto alla rovescia verso Tokyo 2020 e mentre quattro atleti azzurri (Viviana Bottaro, Mattia Busato, Angelo Crescenzo e Luigi Busà) sembrano aver preso la direzione definitiva verso il Giappone, il karate miete un altro successo.

Una conquista fondamentale per essere confermato dal Cio a Los Angeles 2028. Infatti, la disciplina orientale che nel 2016 è entrata all’interno della lista d’oro degli sport sperimentali olimpici, non è stata confermata poi come partecipante dal Comitato Organizzatore di Parigi 2024, si prende un tassello prezioso. Sarà protagonista ai Giochi Olimpici Giovanili in Senegal, che si svolgeranno nel 2022.

(clicca per ingrandire)

Una mezza conferma del Comitato Olimpico Internazionale nel mondo dei Giochi. Sembra. La partecipazione alle mini Olimpiadi del popolo dei giovani campioni mondiali da al karate una spinta importante verso i Giochi Los Angeles, oltre Tokyo 2020 e a dispetto di Parigi. Dopo il successo avuto in Argentina lo scorso anno, dove tante furono le medaglie vinte e le emozioni provate dai giovani karateka e dove fino ad ora l‘Italia vanta di avere vinto l’unica medaglia a Cinque Cerchi, grazie al bronzo di Rosario Ruggero nel kumite, il karate troverà spazio ancora nel mondo dei giovani.

Si erano spente le speranze alla comunicazione del comitato francese. Niente karate sotto alla Torre Eiffel per dare lustro agli urban sport, praticati da milioni di ragazzi. Niente prosieguo per un’arte marziale sempre più partecipata a livello globale. Paesi e federazioni investono tempo e denaro in essa e soprattutto lo fanno con molta attenzione in previsione dei Giochi Olimpici. Già Tokyo 2020 è stato un sogno realizzato. E ora ecco il Senegal. Dopo il 2020 sembrava che il karate dovesse essere escluso dall’ambiente a Cinque Cerchi, invece la conferma che arriva direttamente dalla World Karate Federation riapre sogni e speranze, più durature. Lo dice Davide Benetello, membro del Comitato Esecutivo della Wkf e presidente della Commissione Atleti. Anche membro della Commissione Atleti della Carta che li riguarda al Cio, l’ex campione mondiale di kumite ne da notizia sui social. Semplicemente scrive: “Il karate ai Giochi Olimpici Giovanili del 2022!”. Con evidente entusiasmo racchiuso in punti esclamativi e rimbombi della news del giorno.

Un po’ più in là allora il karate. Oltre il 2020. Ancora olimpico. Una conferma fondamentale per ritrovarlo poi a Los Angeles. Sarà proprio il Cio a decidere, nel 2021. Nel mezzo delle due partecipazioni olimpiche. Nei più grandi a Tokyo e nei più giovani in Senegal. Come il più forte e potente guerriero che lo rappresenta sul tatami, il karate non si arrende.

(Il Faro on line)