Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, l’opposizione attacca: “Anche sul lavoro stesso atteggiamento della Regione: promette, e poi sparisce”

"Assente su questo tema come su altri temi fondamentali come quello dell'erosione della costa nord di Fiumicino, da Fregene a Focene"

Fiumicino – “Il secondo incontro del tavolo permanente sul lavoro ha visto un’assenza importante e inattesa: quella della Regione Lazio. Erano presenti tutti gli attori, ma mancavano i rappresentanti della Pisana. Un’assenza gravissima, visto il ruolo che la Regione ricopre, e cioè quello di mediatore tra i lavoratori, le società e il Mise”. Lo afferma una nota dell’opposizione consiliare, a firma di firmato Vincenzo D’Intino e Federica Poggio (Lega), Stefano Costa (Fratelli d’Italia, Mario Baccini (Cristiano popolari), Alessio Coronas (Forza Italia), Roberto Severini (Crescere Insieme).

Noi abbiamo richiesto l’intervento della Regione affinché si facesse garante dell’apertura della procedura dei termini di cassa integrazione; anche in considerazione degli impegni presi nella prima riunione, nella quale l’assessore competente si era sbilanciato su una cassa integrazione di 2 anni più due.

Abbiamo chiesto allo stesso assessore Anna Maria Anselmi di farsi promotrice e portavoce della richiesta di mantenere l’impegno preso dalla Regione, che però si è defilata.

Assente su questo tema come su altri temi fondamentali come quello dell’erosione della costa nord di Fiumicino, da Fregene a Focene. Impegni presi e non mantenuti. Non vorremmo fosse l’ennesimo capitolo di una storia che non ci piace per niente”.