Seguici su

Cerca nel sito

Polizia, ridistribuzione di commissariati e agenti. Antonio Di Giovanni (M5S): “Un presidio per Acilia”

Il capo della Polizia annuncia una rivisitazione dei presidi e una migliore distribuzione di agenti. Il capogruppo M5S del X: "Si pensi a un secondo commissariato del litorale"

Ostia – Il capo della Polizia Franco Gabrielli annuncia la ridistribuzione di commissariati e agenti a Roma e il M5S del X Municipio rilancia la sua richiesta: “Un territorio grande come la città di Firenze ha bisogno di un secondo commissariato di Polizia, da aprire nell’entroterra”.

«La rivisitazione dei presidi, a cui il prefetto sta lavorando, sarà un altro passo importante di valorizzazione delle periferie, di aderenza alla geografia amministrativa della città. L’idea è quella di far collimare le strutture di polizia con i municipi perché parliamo sempre di più di sicurezza integrata e partecipata. È un progetto, un programma, che presuppone l’individuazione di strutture e bisogna far collimare le aspettative con le risorse. Quello di oggi è solo il primo passo». E’ quanto ha dichiarato il capo della polizia Franco Gabrielli a margine dell’inaugurazione del secondo polo delle Volanti in via Alvari a Roma. Secondo il capo della Polizia bisogna «portare i presidi dove la città si è andata sviluppando». «Una eccessiva concentrazione nella parte centrale non è più rispondete alle necessità di Roma», ha sottolineato Gabrielli.

«Ci si dimentica troppo spesso che Roma è una città unica – ha aggiunto Gabrielli – Il territorio del commissariato Esposizione è più grande del comune di Milano. A Roma, il rapporto agenti-cittadini, passa da 1 agente ogni 190 persone in I municipio, a 1 agente ogni 2500 persone nel VI municipio».

Immediata la presa di posizioone di Antonio Di Giovanni, capogruppo del M5S in X Municipio, che sta portando avanti da anni la richiesta di potenziare la presenza della Polizia sul litorale romano. “Proviamo grande soddisfazione per le dichiarazioni del Capo della Polizia, che ha espresso la necessità di riorganizzare i Commissariati della Capitale, per meglio rispondere alle esigenze dei singoli municipi – sottolinea Di Giovanni – Abbiamo affrontato questo argomento molte volte nell’aula consiliare, addirittura attraverso un consiglio straordinario “ad hoc” sulla sicurezza del X Municipio, pertanto alla luce di queste recenti dichiarazioni da parte del massimo esponente della Polizia di Stato, che di fatto sembrano aprire un dialogo sulle istanze da tempo prodotte da questa Amministrazione, abbiamo deciso di presentare un ordine del giorno che mi vede primo firmatario, con il quale richiediamo con maggior forza un Commissariato proprio nell’entroterra”.

Di Giovanni ricorda che sono ben 40 i presidi di Polizia all’interno del Raccordo Anulare, un rapporto di presenza degli agenti sbilanciato a favore del centro della città. “Basti pensare ai commissariati di Eur, San Paolo, Magliana e Garbatella quanto sono vicini e distanti dalla periferia – osserva il capogruppo pentastellato – Il commissariato di San Paolo ha competenza fino alla Fiera di oma sulla Roma-Fiumicino. E ci sono municipi che hanno tre commissariati al loro interno. La rivisitazione dei presidi delle Forze dell’Ordine a cui sta lavorando il Prefetto di Roma è un passo importante che va nella direzione di valorizzare le periferie in relazione alla aderenza della geografia amministrativa della città. L’idea di far collimare i presidi di Polizia con i municipi, evitando una forte concentrazione nella parte centrale della Capitale è uno dei cavalli di battaglia del Movimento 5 Stelle del X Municipio, che ha sempre sostenuto, che territori con una superficie paragonabile a quella di una città, per estensione e popolazione, devono avere maggiori strutture atte a rispondere in maniera più efficace allo sviluppo che essi hanno avuto nel tempo”.