Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, malore a scuola, muore bambino di 11 anni. L’Ares118: “Soccorsi tempestivi”

Il bambino aveva accusato un malore a scuola durante la lezione. Immediato l'intervento del 118.

Ostia –  Aveva accusato un malore a scuola il bambino di 11 anni che oggi 5 dicembre 2019 è morto in seguito ad un arresto cardio circolatorio. Sì chiamava Simone Falciatori.

La tragedia è avvenuta a Ostia: il piccolo, un alunno di nazionalità italiana, frequentante la scuola media in via Mar  dei Caraibi, si è sentito male durante una lezione in palestra, poco prima delle 13, e le insegnanti hanno immediatamente allertato il personale sanitario.

l bambino, che non respirava bene, ha perso di nuovo i sensi durante il trasporto in ambulanza all’ospedale Grassi di Ostia. Il cuore del ragazzo ha cessato di battere intorno alle 14.30.

Sull’evento stanno indagando le Forze dell’Ordine.

Una patologia cardiaca fatale

Il ragazzo era sotto controllo presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù dove aveva effettuato numerosi esami clinici per svenimenti e altri tipi di disturbo. Gli specialisti dell’ospedale pediatrico gli avevano anche applicato uno strumento di monitoraggio cardiaco sottocutaneo tipo Holter. Ed è stato quello strumento a rivelare ai medici del Grassi che la morte sarebbe sopraggiunta per arresto cardiaco causato da una dirompente e improvvisa aritmia. Tuttavia sarà l’autopsia ad accertare con maggiore precisione cosa abbia portato alla morte il bambino.

Ares 118: “Tempestività nei soccorsi al bambino”

“Alle ore 12.32 è giunta tramite il Nue 112, una richiesta di soccorso da una scuola di Ostia per un episodio sincopale in un bambino di 11 anni. Alle ore 12.33 terminata la telefonata è stato creato il soccorso assegnando un codice triage rosso”. Lo comunica in una nota l’Ares 118.

“Alle ore 12.39 un’automedica ha raggiunto la scuola trovando il bambino privo di sensi in asistolia. Gli operatori dell’Ares 118 iniziavano dunque le manovre di rianimazione cardiopolmonare.

Alle ore 12.42 giungeva sul posto anche un’ambulanza che ha coadiuvato il personale dell’automedica nelle manovre di rianimazione che sono durate più di un’ora. Il medico dell’automedica ha richiesto alla sala operativa l’invio di un’eliambulanza per centralizzare il paziente, vista l’età pediatrica, al Bambino Gesù di Roma. L’eliambulanza attivata alle ore 13.18 è arrivata sul luogo dell’evento alle ore 13.37 atterrando sul campo sportivo limitrofo della Stella Polare di Ostia.

Il medico dell’eliambulanza e il medico dell’automedica dopo un breve consulto hanno deciso che il bambino era emodinamicamente instabile per sostenere un trasporto in volo e per questo veniva disposto un trasferimento al più vicino ospedale Grassi di Ostia in ambulanza alle ore 13.45.

Alle ore 13.47 il paziente giungeva in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Grassi ed alle ore 14.15 nonostante le manovre di rianimazione se ne constatava il decesso. A quanto si apprende dalla Asl Roma 3 il ragazzo risulta essere paziente dell’ospedale Pediatrico Bambino Gesù. E’ stato immediatamente attivato il supporto psicologico per i famigliari ai quali vanno le sentite condoglianze per la tragica perdita”.

L’addio della Totti Soccer School

Il ragazzo frequentava la scuola di calcio Totti Soccer School che in serata ha diffuso una nota di cordoglio – postata anche su facebook – accompagnata da una foto della vittima in divisa sportiva: “Con te abbiamo condiviso la passione per il calcio, con te abbiamo gioito per un gol, ci siamo consolati per una sconfitta, abbiamo vinto e perso. Ma sempre insieme. Ciao Simone ti vogliamo ricordare così”.