Seguici su

Cerca nel sito

Gestione dell’imposta di soggiorno, “Formia ConTe” presenta richiesta di accesso agli atti

La richiesta è stata inviata al Sindaco, al segretario generale e al dirigente comunale del settore economico finanziario del Comune di Formia.

Formia – Ormai è un treno in corsa. Non si ferma più la lotta alla trasparenza amministrativa portata avanti dal consigliere di minoranza nonché leader di “Formia ConTe” Gianfranco Conte, che, lo scorso 2 dicembre, ha fatto una nuova richiesta di accesso agli atti. Stavolta sulla gestione dell’imposta di soggiorno, voluta dall’attuale maggioranza,e che vale a partire dal 1 maggio fino al 30 novembre.

Inviata al Sindaco, al segretario generale e al dirigente comunale del settore economico finanziario del Comune di Formia, nella richiesta il consigliere Conte chiede di avere copia della documentazione relativa alla gestione dell’imposta di soggiorno istituita a far data dallo 01 Maggio u.s. (giusta Deliberazione del Consiglio Comunale n. 09 del 01 Marzo 2019) per il periodo in oggetto, come di seguito specificata: Rendicontazione e/o certificazione del gettito economico complessivo per il periodo in oggetto; di tutte le “dichiarazioni trimestrali dell’imposta di soggiorno” (rese ai sensi del Regolamento Comunale in argomento) inoltrate dai soggetti responsabili degli obblighi tributari (Art. 3, comma 2 del Regolamento Comunale in argomento) in relazione al seguente timing: Secondo trimestre:01 maggio-30 giugno; Terzo trimestre: 01 luglio – 30 settembre.

E, ancora, Conte chiede: l’elenco e/o registro delle attività ricettive alberghiere, extra-alberghiere e all’aria aperta, così come classificate dalla L.R. n° 8 del 27 novembre 2013 che, consentendo a diverso titolo “alloggio” rappresentano di fatto i potenziali “soggetti passivi” dell’imposta (Art. 2 – Istituzione e presupposto dell’imposta- comma 4 del Regolamento Comunale in argomento) e l’eventuale “Riconciliazione contabile” eseguita dagli uffici tra il dato economico oggetto delle dichiarazioni di cui al punto 2 della presente richiesta di accesso agli atti e, il relativo versamento registrato su apposito Conto Corrente postale e/o bancario intestato al Comune di Formia.

Infine, il leader di “Formia ConTe” chiede di conoscere le eventuali verifiche di controllo messe in atto dagli uffici per la corretta applicazione e del versamento dell’imposta di soggiorno (Art. 8 -Disposizioni in tema di accertamento – del Regolamento Comunale in argomento).

(Il Faro on line)