Seguici su

Cerca nel sito

Ostia Up! presenta alla cittadinanza il patto territoriale per valorizzare il Municipio X

L'incontro si terrà il 15 dicembre nel nuovo Punto Luce delle Arti

Ostia – Il 15 dicembre è una data importante per la società civile perché ad Ostia e in tutto il X Municipio, un territorio come tanti che nonostante la grande ricchezza ambientale, turistica e culturale, fatica a crescere e valorizzarsi, sta succedendo qualcosa di nuovo.

La proposta di Ostia Up! per un ‘Patto Territoriale’ aprirà un dialogo diretto con la società civile, gli imprenditori, le associazioni e le consulte già attive sul territorio, per un obiettivo unico: rafforzare l’identità del territorio, valorizzare e promuovere il turismo e la cultura, favorire il benessere dei cittadini, lavorare insieme con trasparenza, con ruoli e impegni chiari e sottoscritti.

Alla presenza delle istituzioni locali del Municipio X di Roma Capitale – Giuliana Di Pillo, Presidente del Municipio X, Germana Paoletti, Assessore politiche sociali e educative, Silvana De Niccolò, Assessore allo sport, eventi e alle politiche giovanili, Sabrina D’Alessio, Presidente della Commissione attività produttive e turismo, Enrico Sarazzi, Presidente Commissione scuola, cultura e politiche giovanili – la rete di sei scuole, capofila Liceo Anco Marzio, insieme agli altri partner di progetto, incontreranno i cittadini i rappresentanti di altre Istituzioni formative, le realtà imprenditoriali ed associative nel nuovo Punto Luce delle Arti ‘Save the Children’ – polo educativo gratuito dedicato ai minori del territorio, per promuovere la firma di un ‘Patto Territoriale’, un vero e proprio contratto che ha l’obiettivo di coinvolgere la comunità, raccogliere le sollecitazioni, favorire la cooperazione progettuale tra pubblico e privato e istituire un luogo permanente di progettazione partecipata e dinamica, per valorizzare e promuovere, secondo una prospettiva turistico-culturale, il ricco territorio del X Municipio.

Ostia Up! è progetto di rigenerazione e marketing territoriale, finanziato dal Mibact (Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo) grazie al bando ‘Scuola attiva la cultura’, che dal 4 ottobre 2019, con una prospettiva intergenerazionale, ha aperto ‘di fatto’ la scuola a tutta la cittadinanza, avviando in orario pomeridiano 12 laboratori creativi in 6 presidi scolastici.

Ogni giorno è possibile partecipare a corsi, incontri, workshop in tema di Web/App design, FilmLab, Teatro Storytelling, Urban Art, Web Radio, 3D, Comunicazione Pubblicitaria, Archeologia e Food, Fotografia, Cittadinanza Digitale, Competenze per il Turismo Culturale, Stop Motion. L’obiettivo dei laboratori non è soltanto quello di stimolare competenze e mestieri, generare e potenziare processi culturali, ma soprattutto di determinare le condizioni per lo sviluppo di start up territoriali. Per ulteriori informazioni visita il sito (clicca qui).

(Il Faro online)