Seguici su

Cerca nel sito

“Giornate ecologiche” a Formia: successo anche per l’ultimo appuntamento

L’obiettivo delle domeniche ecologiche è sensibilizzare il cittadino sempre più verso una cultura “green”.

Formia – Le “Giornate Ecologiche”, le iniziative a difesa dell’ambiente, si sono chiuse per il 2019 ieri mattina nell’area della pineta di Vindicio che ha ospitato l’ultimo appuntamento.

Una occasione importante che anche questa volta ha fornito dati molto positivi in termini di partecipazione della cittadinanza. Nelle quattro ore a disposizione sono stati consegnati sacchetti per l’organico a 210 utenze, depositati 5 quintali di ferro, 4 metri cubi di RAEE (piccoli e grandi elettrodomestici, telefoni cellulari, tablet, Tv, monitor e computer), 130 litri di oli esausti alimentari e 20 metri cubi di materiali ingombranti (mobili, porte, scaffali, giocattoli, portavaligie, biciclette, damigiane, carrozzine).

Preziosa si è rivelata come di consueto l’assistenza degli operatori della Formia Rifiuti Zero, in collaborazione con i volontari del Ver sud Pontino Formia Protezione Civile e le associazioni “Fare Verde” e “Mamurra”. Undici mesi con le “Giornate Ecologiche” (tenutesi tutte di domenica) spalmate nelle diverse zone della città: a gennaio il primo appuntamento a Largo Paone, per proseguire poi nei mesi successivi a Penitro, Vindicio, Gianola, San Pietro, Trivio (coinvolgendo le altre due frazioni di Maranola e Castellonorato), in via eccezionale all’antivigilia di Ferragosto a Quadrivio, località Gegne sotto la vetta del Redentore, al Mercato Nuovo di via Olivastro Spaventola, Molo Vespucci, Castellone e per chiudersi nuovamente alla pineta di Vindicio, sede a marzo del terzo ritrovo.

Oltre alle zone centrali della città, particolare attenzione è stata riservata alle periferie e alle frazioni collinari. Sinergica e produttiva è stata la rete tra l’amministrazione comunale, la Formia Rifiuti Zero, il mondo dell’associazionismo e la cittadinanza che dà senso e valore alla bella iniziativa atta a valorizzare il rispetto della natura e la conservazione incontaminata dell’ambiente.

L’obiettivo è sensibilizzare il cittadino sempre più verso una cultura “green”, una filosofia virtuosa che ha portato e porterà ad avere risultati soddisfacenti per il bene collettivo.

(Il Faro on line)