Seguici su

Cerca nel sito

Regione Lazio, Bilancio e Stabilità 2020. Le posizioni dei Consiglieri di maggioranza e opposizione

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato la “Legge di stabilità regionale 2020” e il “Bilancio di previsione 2020-2022”

Le posizioni dell’opposizione

Gaia Pernarella (M5S): “Le proposte accolte nel bilancio”

Un bilancio che la maggioranza regionale ha blindato con un maxi emendamento, da cui avremmo voluto ottenere di più e su cui poco o nulla si è potuto discutere ma in cui, nonostante questo, viene riconosciuta la bontà delle nostre battaglie e riusciamo a centrare alcuni degli obiettivi che ci eravamo prefissati”

“Oltre ad aver fatto inserire nell’articolato della Legge, così come richiesto dai portavoce comunali M5S della provincia di Latina, la riqualificazione dei siti industriali dismessi tra quelli dove la Regione promuove misure per lo sviluppo economico e l’attrattività territoriale degli investimenti, sul piano finanziario è stata accolta la nostra proposta, seppure per soli 500 mila euro, per finanziare finalmente la Legge del Movimento 5 Stelle Lazio, primo firmatario il consigliere Davide Barillari, che quattro anni fa ha portato all’istituzione del Registro Tumori della Regione Lazio. Settecentocinquatamila euro, inoltre, spalmati sugli anni 2020 – 2021 – 2022, andranno a incrementare il fondo per l’eliminazione delle di barriere architettoniche in edifici privati dove però risiedono persone disabili”.

Per quanto riguarda poi la provincia di Latina: “Siamo riusciti a far rifinanziare con cinquecentomila euro sugli anni dal 2020 al 2022 la presenza di due squadre dei Vigili del Fuoco sulle isole di Ponza e Ventotene nei mesi di Luglio e Agosto, quando è massimo l’afflusso di turisti in quei luoghi. Infine, e grazie alla volontà di tutti i Consiglieri regionali del territorio pontino che hanno sottoscritto l’emendamento, oltre che alla sensibilità dell’Assessore Enrica Onorati, la Regione finanzierà per i prossimi tre anni con centomila euro su ogni anno la lotta al fungo patogeno che sta devastando da quasi un decennio la sughereta di San Vito a Monte San Biagio”.

Devid Porrello (M5S): “Provvedimento poco coraggioso”

“Un provvedimento poco coraggioso che non incide a sufficienza sui bisogni reali delle persone ma all’interno del quale siamo riusciti a inserire diverse nostre proposte. Tra queste il ‘reddito di residenza’, a prima firma del consigliere 5stelle Devid Porrello, che con 1,4 milioni di euro finanzia quegli imprenditori che trasferiscono la propria residenza e la propria azienda nei comuni al di sotto dei 2mila abitanti: una misura che punta a contrastare lo spopolamento dei piccoli centri innescando un meccanismo virtuoso attraverso la creazione di occupazione sui territori stessi da cui spesso si migra proprio per cercare lavoro”.

“Tra gli altri risultati 5stelle ottenuti, l’aumento delle risorse per il Fondo di sostegno malati oncologici e il rifinanziamento del Registro Tumori, del Fondo per i lavoratori che rilevano le aziende in crisi, cosiddetti Workers Buy Out, e la conclusione del Piano d’Assetto del Parco dell’Appia Antica e l’ampliamento del Parco Castelli Romani. E ancora: il finanziamento di interventi per l’adeguamento antisismico della prima casa nei Comuni interessati dall’area del terremoto; un fondo ad hoc per le botteghe-scuola; favorire l’apertura di negozi di prodotti sfusi e alla spina, esempio virtuoso di economia ecologicamente sostenibile; più risorse per il monitoraggio dei bacini idrografici e della rete idrica all’interno del Piano di Tutela delle Acque Regionale (PTAR), a difesa dell’acqua bene comune, una delle nostre 5stelle, e per la prevenzione e l’indennizzo ad agricoltori e allevatori per i danni da fauna selvatica”. “Di sicuro – concludono i pentastellati – ci saremmo aspettati un impegno maggiore per il finanziamento di quei provvedimenti già oggetto di convergenza politica come il Testo Unico del Commercio, a cui sono state invece destinate cifre irrisorie”.

Consiglieri regionali del Lazio di Fratelli d’Italia: “Bilancio asfittico”

“Fratelli d’Italia ha espresso voto contrario all’approvazione della legge regionale di stabilità, che giudica asfittica e senza anima. Sono state bocciate senza adeguato dibattito nostre proposte qualificate, come la riduzione dell’Irap per le aziende e l’emendamento che premia fiscalmente gli imprenditori virtuosi. Evidentemente Zingaretti vuole mantenere la pressione fiscale alta mentre continua a parlare di una imminente uscita dal commissariamento della sanità regionale, ormai fake news.

Grave a nostro avviso l’atteggiamento di chiusura al confronto della maggioranza, che non ha consentito la discussione sull’emendamento di Fdi che chiedeva l’esclusione di impianti per il trattamento di rifiuti dalle semplificazioni della normativa per chi investe in attività imprenditoriali. Respinti tra gli altri, nostri emendamenti per sostegno alla natalità come il “pacco mamma”; fondo per i piccoli comuni; interventi per l’emergenza idrogeologica. Registriamo in positivo l’approvazione di misure proposte da Fdi in favore delle famiglie con figli nello spettro autistico, per la riqualificazione dei mercati, il rilancio dell’attività commerciali, la costruzione gli impianti sportivi e per attività culturali e di divulgazione storica della tragedia delle Foibe.

Le posizioni della maggioranza

Enrico Panunzi (Pd): “Approvato un bilancio che promuove lo sviluppo e riduce le disuguaglianze sociali”

“Una manovra di bilancio che promuove lo sviluppo e riduce le disuguaglianze sociali, con investimenti per la crescita economica, l’occupazione, l’ambiente e le infrastrutture. Viene confermata la platea degli esenti dalla maggiorazione dell’Irpef, 2,3 milioni di contribuenti, e la riduzione dell’addizionale regionale per 500mila contribuenti con un criterio di progressività per i soggetti con reddito imponibile superiore a 35mila euro e fino a 75mila euro.

Grande rilevanza hanno le politiche sociali grazie all’ottimo lavoro dell’assessora Alessandra Troncarelli, cui vanno un plauso e i dovuti ringraziamenti, che rivolgo anche all’assessora Alessandra Sartore. Saranno circa 120 milioni di euro gli investimenti per il 2020 a disposizione dell’integrazione socio-sanitaria.

Tra le misure previste: maggiori risorse ai Piani di zona dei distretti per garantire la continuità assistenziale tramite i Leps, investimenti sui servizi educativi per l’infanzia, 60 milioni per la disabilità, 6 milioni per l’autismo; 2,5 milioni di euro per la coprogettazione col terzo settore. Ci sono segnali importanti di risanamento del bilancio, con il quasi totale azzeramento dei residui, che ammontavano a 30,5 miliardi di euro. È stato aumentato il fondo di dotazione per aiutare i comuni nella progettazione opere pubbliche. È stato inserito il reddito di residenza attiva per chi prende la residenza nei piccoli comuni e inizia un’attività o recupera un immobile”.

Daniele Ognibene (Leu): “Approvati emendamenti con la condivisione dell’opposizione”

“L’approvazione del bilancio annuale è uno dei momenti fondamentali della nostra attività politica e con gli emendamenti approvati confermiamo il nostro impegno al fianco di tutti i cittadini del Lazio, delle famiglie più bisognose e degli ultimi.

Attraverso l’emendamento, fortemente voluto dal sottoscritto insieme ai consiglieri Quadrana e De Paolis della lista civica per Zingaretti ed a Chiara Colosimo di FdL in materia di autismo, la Regione Lazio ha voluto lanciare un segnale forte di vicinanza concreta, aumentando l’età dei minori affetti da tale patologia che possono usufruire dei sostegni, economici e non, messi a disposizione dalla Regione.
Con l’età massima aumentata fino ai 12 anni, abbiamo stanziato fino a 1 milione e mezzo di euro in più rispetto a quanto già deciso nella Legge della Colosimo, per arrivare alla somma complessiva di 2 milioni e mezzo di euro, al fine di consentire l’accesso al sostegno a quante più famiglie possibili. In questo caso abbiamo dato un segnale chiaro: quando sono toccati argomenti sensibili non deve esistere casacca politica, ma l’impegno deve essere rivolto ai cittadini.

In tema di cultura, l’approvazione di 1.650.000 euro per valorizzare i patrimoni culturali del Lazio è un altro segno di visione virtuosa a 360 gradi del nostro territorio, che va sempre più valorizzato e vissuto.

Un altro tassello importante di modernizzazione del Lazio passa per la riforma dei centri per l’impiego che metteranno al centro le imprese, le istituzioni, le persone e la formazione al fine di dare la seconda gamba al reddito di cittadinanza.”

Eleonora Mattia (Pd): “Il Lazio diventa Plastic Free”

“Grazie al mio emendamento che introduce misure per rendere la Regione Lazio “plastic free” tutte le forniture, i servizi e i lavori da parte di enti pubblici dovranno minimizzare il ricorso a materiali monouso, vietando l’utilizzo alla plastica, fatti salvi i presidi medici/sanitari, in modo da caratterizzare questa legge di stabilità e di bilancio sempre più verso l’economia circolare”.

Il divieto di uso della plastica viene tradotto anche in condizione di ammissione ai finanziamenti regionali. L’uso della plastica, insomma, viene bandito per legge da ogni evento e manifestazione ludica, fieristica e di comunicazione, come pure nei parchi, nelle aree protette, nei lidi e nelle spiagge del demanio marittimo, anche per la somministrazione di cibi e bevande. E per i trasgressori vengono introdotte sanzioni da 100 a 1000 euro.

“Voglio evidenziare anche il rifinanziamento del fondo per il patrocinio legale per le donne vittime di violenza e, sempre in tema di violenza, del premio dedicato a Rosaria Lopez e Donatella Colasanti; i contributi stanziati per i comuni in proporzione al numero degli abitanti; il finanziamento dei Luoghi della cultura e delle dimore storiche; il contributo all’Unpli per valorizzare e promuovere il turismo nel Lazio; il fondo di solidarietà istituito per le famiglie dei lavoratori vittime di incidenti mortali”.

Leggi anche: Regione Lazio: Bilancio e Stabilità 2020, il Consiglio approva. Le principali misure

(Il Faro online)