Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Approvazione del Bilancio a Fiumicino, Ferreri e Fortini: “In sintonia con lo sviluppo del territorio”

"Un bilancio frutto di un ciclo virtuoso che vede protagonisti amministrazione e cittadini".

Fiumicino – “Il bilancio approvato in Consiglio è in piena sintonia con quello che è lo sviluppo del territorio“. Lo dichiarano i consiglieri del gruppo Democrazia Solidale (DemoS), Fortini Armando e Ferreri Maurizio. “Un bilancio dinamico – proseguono – che vede la realizzazione di molte opere, non aumenta le tasse per i cittadini e guarda a migliorare il benessere e la qualità di vita.

Un bilancio che attua su diversi aspetti del programma elettorale della maggioranza, un risultato frutto di un ciclo virtuoso che vede protagonisti amministrazione e cittadini. Nel 2019, infatti, grazie all’impegno di tutta la comunità è volata la raccolta differenziata che ha toccato livelli d’eccellenza, circa 80%, ma ancora molto dobbiamo e possiamo fare tutti insieme”.

“Siamo particolarmente contenti – aggiungono Fortini e Ferreri – di aver contribuito alla stesura del maxiemendamento di Bilancio, proponendo il finanziamento per il Piano pel l’Eliminazione ed Abbattimento delle Barriere Architettoniche (Peba), dando seguito alla mozione presentata da DemoS il 26 settembre 2019, strumento in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati alla realizzazione di una città inclusiva e fruibile da tutti”.

“Abbiamo proposto per la città inclusiva anche il passaggio del progetto “Dopo di Noi” ad una assistenza H24, ricordando sempre che sono veramente pochi i comuni che hanno strutture proprie, strumenti in grado di assicurare un futuro sereno a tutte quelle persone che, con disabilità, non potranno più, ad un certo punto della loro vita, contare su un supporto famigliare”.

“Inoltre il finanziamento a favore della popolazione anziana, con l’azione di prevenzione del disagio che vanno ad incidere positivamente sui costi delle prestazioni di assistenza domiciliare, attraverso la sperimentazione di un progetto di “monitoraggio attivo” nei confronti della popolazione anziana non ancora in carico ai servizi sociali, per favorire una prevenzione dell’insorgere del bisogno e quindi prevenire forme di isolamento, ospedalizzazioni e interventi di assistenza socio-sanitaria integrata”.

“Siamo perplessi sui commenti ricevuti dai gruppi d’opposizione – concludono – anche perché l’80% dei loro emendamenti non solo sono stati giudicati inammissibili tecnicamente e contabilmente dai revisori dei conti, inoltre quelli in discussione erano stati anticipati nel maxiemendamento.

In parole povere l‘opposizione ha presentato proposte già elaborate dal Sindaco e dalla maggioranza. Ora rimane difficile capire come tale manovra di bilancio viene bocciata e considerata insufficiente quando le azioni proposte dall’opposizione sono simili a quelle della maggioranza che guida questo comune”.