Seguici su

Cerca nel sito

Santa Marinella, scritte e svastiche contro Liliana Segre: la condanna dell’Anpi

"La sezione Anpi Antonio Margioni si auspica che gli autori di questo insultante atto vengano presto individuati e puniti a termini di legge"

Santa Marinella – “All’indomani della cittadinanza onoraria conferita alla senatrice Liliana Segre la città di Santa Marinella (leggi qui) si è svegliata con una bruttissimo regalo: il muro esterno della biblioteca comunale è stato imbrattato da una scritta ignobile, corredata di svastica“.

Così in una nota la sezione Anpi di Santa Marinella, che “condanna questi atti fascisti e vandalici e sottolinea che non si possono sottovalutare certi segnali che sono rivelatori di un imbarbarimento della nostra società. Ancora una volta si ribadisce che se oggi si possano verificare questi fatti, gravemente offensivi e lesivi della dignità di un popolo che ha lottato duramente contro la dittatura fascista e contro l’occupazione nazista, è perché troppo poco si fa ad ogni livello per eliminare ogni pericolo di ribaltamento della storia.

La sezione Anpi Antonio Margioni si auspica che gli autori di questo insultante atto vengano presto individuati e puniti a termini di legge, che l’amministrazione rimuova subito la scritta e che soprattutto venga posta in essere una campagna di educazione civica e di sensibilizzazione per il rispetto della nostra Costituzione e della intera cittadinanza furiosa e incredula davanti alla protervia indecente di pochi”.

(Il Faro online)