Seguici su

Cerca nel sito

Quattro Nazioni, il Settebello a Cuneo per il torneo internazionale

La grande pallanuoto scende in vasca in Piemonte. Gli Azzurri campioni del mondo scalderanno i motori per gli Europei di fine mese. La diretta su Waterpolo Channel

Cuneo – Tre giorni di spettacolo, emozioni e soprattutto grande pallanuoto internazionale a Cuneo che ospita, dal 3 al 5 gennaio, il Quattro Nazioni con Ungheria, Grecia, Stati Uniti e ovviamente Italia.

Per gli azzurri, campioni del mondo a Gwangju 2019, la manifestazione sarà un’importante verifica della preparazione in vista dei Campionati Europei, in calendario dal 14 al 26 gennaio a Budapest.  La nazionale di Alessandro Campagna, giá certa della partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo dopo l’oro in Corea del Sud, debutterà questa sera alle 20.30 contro la Grecia; poi domani affronterà, sempre alle 20.30 gli Stati Uniti e chiuderà domenica, alle 12.00, contro l’Ungheria.

Tutti i match del Quattro Nazioni di Cuneo saranno trasmessi in diretta streaming su Waterpolo Channel, con telecronaca di Ettore Miraglia e il commento tecnico di Francesco Postiglione.

Regolamento. La formula del quadrangolare è quella del girone unico all’italiana con partite di sola andata

Calendario Quattro Nazioni

1^ giornata – venerdì 3 gennaio

19.00 Stati Uniti-Ungheria

20.30 Italia-Grecia

2^ giornata – sabato 4 gennaio

19.00 Ungheria-Grecia

20.30 Italia-Stati Uniti

3^ giornata – domenica 5 gennaio

10.30 Stati Uniti-Grecia

12.00 Italia-Ungheria

Le avversarie al Quattro Nazioni. Con l’Ungheria due finali olimpiche

Le rivali del Settebello. Nella prima sfida del quadrangolare gli azzurri affronteranno la Grecia, recentemente incontrata e battuta al debutto della fase europea della World League e prossima avversaria nel girone dei Campionati Europei. “Ex della partita” sarà il CT Campagna, dal 2003 al 2008 coach della selezione ellenica, guidata a uno storico bronzo iridato nel 2005. Italia e Grecia si sono trovate di fronte ai quarti di finale degli ultimi Mondiali, in una partita molto equilibrata e vinta di misura dagli azzurri.

Sempre in Corea, il Settebello ha poi sconfitto in semifinale l’Ungheria, garantendosi (oltre alla finale) anche la qualificazione olimpica. Quello di Gwangju è stato l’ennesimo confronto di altissimo livello tra la nazionale azzurra e quella magiara, che nel corso della storia si sono contese in varie occasioni le più importanti competizioni internazionali. In passato Italia-Ungheria è stata due volte finale olimpica, mondiale ed europea.

Meno frequenti gli scontri diretti tra Settebello e Stati Uniti. Le due squadre si sono incontrate poco meno di un anno fa durante un collegiale azzurro organizzato oltreoceano. A luglio a Napoli, Italia-USA è stata la finale delle Universiadi, dominata 18-7 dalla selezione guidata da Alberto Angelini.

I convocati dal Ct Campagna

La Nazionale in Piemonte. Per l’occasione il cittì Alessandro Campagna ha convocato Jacopo Alesiani, Marco Del Lungo, Niccolò Figari (AN Brescia), Michael Alexandre Bodegas (Barceloneta), Lorenzo Bruni, Luca Damonte, Vincenzo Dolce, Gianmarco Nicosia (Sport Management), Matteo Aicardi, Francesco Di Fulvio, Edoardo Di Somma, Gonzalo Echenique, Pietro Figlioli, Andrea Fondelli, Stefano Luongo, Vincenzo Renzuto Iodice e Alessandro Velotto (Pro Recco). Completano lo staff l’assistente tecnico Amedeo Pomilio, il team manager Alessandro Duspiva, il preparatore atletico Alessandro Amato, il preparatore dei portieri Goran Volarevic, il medico Nicola Eugenio Arena, il fisioterapista Luca Mamprin, il videoanalista Francesco Scannicchio.

(Il Faro on line)(fonte/foto@federnuoto.it)