Seguici su

Cerca nel sito

Picchiò un cliente all’aeroporto di Fiumicino, revocata definitivamente la licenza al tassista

L'annuncio su Twitter della sindaca Raggi: "Un gesto inaccettabile. Tolleranza zero di fronte a ogni tipo di violenza"

Roma - "Abbiamo revocato definitivamente la licenza al tassista che aveva aggredito un cliente all’aeroporto di Fiumicino. Un gesto inaccettabile. Tolleranza zero di fronte a ogni tipo di violenza". Così in un tweet la sindaca di Roma Virginia Raggi. L'episodio è avvenuto circa un mese fa (leggi qui).

pugno tassista

La violenza

Un cittadino italiano appena atterrato a Roma da Madrid ha chiesto a un tassista di applicare il tassametro e per tutta risposta ha ricevuto un violento pugno in viso che gli ha rotto il naso.

La scena, ripresa dalle telecamere del Terminal 3, si è svolta nella totale indifferenza dei presenti: il passeggero si rivolge al tassista - già visibilmente infastidito, al punto da rifiutarsi di caricare i bagagli a bordo del taxi -, mentre un assistente del servizio taxi fa salire a bordo della stessa vettura un altro passeggero.

L'uomo, dunque, bussa più volte sul vetro posteriore del taxi per chiedere spiegazioni ma il tassista, furibondo, scende dall'auto e lo colpisce con un violento pugno in pieno volto. L'aggredito cade all'indietro, mentre il tassista riparte con l'altro cliente a bordo.

Il passeggero è poi stato medicato nel pronto soccorso aeroportuale e successivamente trasferito al Cto di Roma, dove gli è stata diagnosticata la frattura del setto nasale. Il tassista è accusato dalla polizia di stato di Fiumicino di lesioni per futili motivi.

La sospensione cautelare

Nelle scorse settimane, l'Ufficio contenzioso taxi, dopo aver ricevuto la trasmissione degli atti da parte della Polizia di Frontiera area Fiumicino, come da iter normativo aveva già provveduto alla sospensione cautelare, pari a 30 giorni, propedeutica alla revoca definitiva della licenza.

"Quanto accaduto è intollerabile. Gli uffici di Roma Capitale hanno agito tempestivamente nei confronti del responsabile di questa brutale aggressione. Deve essere chiaro che chi si macchia di questi crimini viene punito. Anche in questo caso non faremo sconti a nessuno", aveva dichiarato all'epoca la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

"Come Roma Capitale abbiamo avviato il percorso amministrativo funzionale al ritiro della licenza. Nell'area di Fiumicino, in questi ultimi mesi, abbiamo implementato i controlli della Polizia Locale e continueremo ad aumentare i presidi nell'area a contrasto dell'abusivismo o di pratiche scorrette e illegali. Chi sbaglia paga", aveva proseguito l'assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese. Oggi, la revoca definitiva.

(Il Faro online)