Seguici su

Cerca nel sito

Sterminio dei daini al Parco del Circeo, Rivoluzione animalista: “Si ritiri il provvedimento”

Caramanica: "È inaccettabile che si privi la vita a centinaia di questi splendidi daini con un piano di contenimento tecnicamente lacunoso e privo di senso operativo."

San Felice Circeo – Quello del “no allo sterminio dei daini” del Parco del Circeo, lanciato dall’ex sindaco di Ponza, Piero Vigorelli (leggi qui), è un grido che sta diventando corale, che unisce sempre più voci, pronte a sconfiggere il muro dell’indifferenza.

A scendere in campo, ora, è il partito nazionale “Rivoluzione animalista” che, senza mezzi termini, condanna con fermezza l’ipotesi del Parco nazionale del Circeo di abbattere 350 daini.

“Si tratta di una realtà allarmante e crudele, inutile e medioevale, contro la quale ci opporremo con tutti i mezzi democraticamente a nostra disposizione. È inaccettabile, infatti – spiega il segretario nazionale del partito, Gabriella Caramanica-, che si privi la vita a centinaia di questi splendidi esemplari con un piano di contenimento tecnicamente lacunoso e privo di senso operativo.

Sollecitiamo, dunque, il Parco – conclude la Caramanica – a tornare sui propri passi e ritirare il provvedimento al fine di evitare una orribile mattanza, illogicamente mascherata da contenimento della specie”.

(Il Faro on line)