Seguici su

Cerca nel sito

Inverno lontano dall’Italia, prossimi giorni tra fitte nebbie e smog. Possibili novità tra 18 e 20 gennaio previsioni

Previsioni meteo Italia e Lazio dal 13 al 17 gennaio

Più informazioni su

 Previsioni Meteo Italia

Anticiclone ancora protagonista: Nel corso della nuova settimana la circolazione su scala europea non offrirà grandi spunti di cambiamento, questo almeno fino a giovedì-venerdì. L’alta pressione sarà ancora la caratteristica dominante sull’Italia con tutte le conseguenze che comporterà, in primis le inversioni termiche e le nebbie fredde in Val padana, poi anche qualche annuvolamento basso sempre al Nord soprattutto in Liguria ma localmente anche al Centro.

Tendenza 18-20 gennaio
Un primo strappo nella matrice anticiclonica potrebbe verificarsi nell’arco del weekend con qualche avvisaglia già da venerdì 17, di cosa si tratterebbe? Sostanzialmente di un impulso nord atlantico più meridiano che riuscirebbe ad affondare tra la Spagna e la Francia mettendo in campo sul bacino centro occidentale del Mediterraneo una bassa pressione. Questo minimo sarebbe in grado di portare delle piogge su alcune zone della Penisola, soprattutto la Sardegna e parzialmente anche al Nordovest e parte del Centro, isolatamente anche al Sud. A causa delle basse temperature e dall’aria più fredda richiamata dal minimo dall’area balcanica sull’Italia non si esclude che i fenomeni possano risultare nevosi fino a bassa quota sulle regioni settentrionali, soprattutto in Piemonte.

Ma prima di spingerci in una previsione di dettaglio del genere avremo bisogno di maggiori conferme sull’evoluzione, conferme che arriveranno solo nel corso dei prossimi giorni. In tutti i casi quello del 18-20 gennaio potrebbe essere un primo tentativo da parte delle correnti fredde di estrazione polare di scendere di latitudine, tentativo che potrebbe poi realizzarsi con maggiore successo nei giorni seguenti, quindi nella terza decade. Seguiteci sempre.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l’apposita sezione meteo Italia.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l’evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.

Per conoscere in tempo reale la situazione del traffico sulle nostre principali strade e autostrade italiane consulta la sezione TRAFFICO.

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.

Previsioni Meteo Lazio

Tempo stabile con banchi di nebbia e gelate sulle valli interne al primo mattino

LUNEDI’: anticiclone dominante per una giornata soleggiata su Toscana, Umbria e Lazio: da segnalare le nebbie in formazione notturna su vallate appenniniche e sulle zone interne della Toscana, in dissolvimento nel corso della mattinata. In tarda serata tornano i banchi di nebbia sulle zone più interne, con nubi basse e foschie tra l’alto Lazio e l’Umbria nella notte successiva. Temperature in calo nei minimi, con gelate notturne e all’alba sulle zone interne, massime in lieve calo. Venti deboli nordorientali. Mari poco mossi.

Commento del previsore lazio

Alta pressione ancora dominante fino a giovedì. Tempo in generale sempre stabile grazie ad un poderoso anticiclone, persistente anche per buona parte della seconda decade di gennaio sebbene con qualche disturbo in più a partire dalla sera di lunedì 13 gennaio. Un blando flusso di correnti umide risale dal Tirreno verso le regioni tirreniche portando un aumento di nubi sull’alta Toscana con qualche pioviggine tra martedì e mercoledì. Attese deboli nevicate al di sopra dei 1300-1400 metri di quota con accumuli al suolo di scarsissima rilevanza. Schiarite prevalenti su bassa Toscana, Umbria e alto Lazio, con foschie e nebbie nella notte e al primo mattino. Temperature in calo, su valori prossimi alla media o di poco superiori in media montagna. Freddo tra la sera e il mattino nelle zone di valle e di pianura in genere, per inversione termica con gelate più intense lunedì mattina quando i valori scenderanno al di sotto dello zero di diversi gradi sui fondovalle appenninici e sulle valli toscane e umbre. Dal 17-18 gennaio possibile svolta con ingresso di una perturbazione nordatlantica che potrebbe riportare un po’ di pioggia e la neve in Appennino. Considerata la distanza temporale e l’incertezza palesata dai modelli matematici, questa ipotesi necessita di maggiori conferme. Seguite tutti gli aggiornamenti su 3bmeteo.com e sulla nostra app.

Più informazioni su