Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, discariche abusive: non si salva neanche la via Severiana

Osceno cumulo di mobili rotti davanti ai preziosi basolati dell'antica via Severiana nella pineta di Castel Fusano

Ostia – Discariche abusive fioriscono ovunque sul litorale romano. Senza controllo e adeguato contrasto, cumuli di rifiuti costellano le aree verdi del X Municipio e neanche la Via Severiana, antico tracciato che collegava Portus a Terracina, si salva.

Sfregio ai danni dell’antica strada romana costruita nel 198 d.C. dall’imperatore Settimio Severo, da cui prende il nome, della quale restano evidenti tracce all’interno della pineta di Castel Fusano, sia su un fronte che sull’altro della via Cristoforo Colombo, tra Ostia e Infernetto.

I nobili basolati usati per lastricare la strada, ancora evidenti tra la macchia mediterranea, sono stati oscurati dall’osceno accumulo di rifiuti, come segnala Adolfo Properzi, autore della foto che pubblichiamo. Si tratta di un mucchio di mobili vecchi e sparsi per terra, abbandonati da qualche incivile.

Si teme che gli autori possano essere dei delinquenti che per pochi soldi si improvvisano traslocatori, e dopo aver sgombrato appartamenti e cantine, si disfano della mobilia rotta non rivendibile, nei luoghi nascosti, dove sanno non essere presenti telecamere di sorveglianza. In questo caso oltre al danno procurato all’incantevole habitat della pineta di Castel Fusano, si è procurato un vero sfregio alla storia di Roma e del suo litorale.