Seguici su

Cerca nel sito

La Storia di Ostia tra libri e fotografie alla biblioteca “Elsa Morante”

Sabato 18 gennaio appuntamento con scrittori e documentaristi sulla storia di Ostia. Tra i relatori Gianni Maritati, Giovanni Mustazzolu, Flavio Coppola e Giulio Mancini

Ostia – L’occasione è un nuovo libro di Giovanni Mustazzolu, una ricerca accurata tra archivi e fonti storiche. Di questo e di molto altro si parlerà nell’incontro sulla Storia di Ostia in programma sabato 18 gennaio dalle ore 10,30 presso la biblioteca comunale “Elsa Morante“.

Cento pagine di approfondimento, con disegni, mappe e documenti storici: è questa la nuova fatica di Giovanni Mustazzolu. Un libro intitolato “La nascita di Ostia” accompagnato anche da un dvd al servizio degli ipovedenti con audiocommento. Mustazzolu, il nonno del quale è arrivato sul litorale romano nel lontano 1905, ha saccheggiato archivi storici e documenti riservati per raccontare le origini di Ostia moderna dall’esondazione del 1557 fino al 1915. La raccolta riguarda il tratto di terraferma tra la foce del Tevere e la pineta di Castelfusano. Un saggio dedicato ad un vasto e variegato territorio – fra mare e cielo, fiume e verde – che non aspetta altro di essere conosciuto, amato, valorizzato.

Il libro è una testimonianza sulle origini del territorio. L’autore nella scrittura, della sua ricerca storica , fatta negli archivi Statali, Comunali, Militari e non ultimi Archivi Storici privati di antiche famiglie discendenti dai Papati , cita e pubblica documenti , alcuni inediti, della nascita di Ostia litorale datati dagli anni 1600. L’autore nella scrittura cita/indaga sui fatti storici evidenziando i dubbi di detti scritti nei testi antichi e moderni che famosi storici e scrittori ci hanno tramandato.

Moderati dal giornalista televisivo Gianni Maritati (Rai 1) a partire dalle ore 10,30 nella biblioteca di via Cozza 7 si alterneranno Donatella Zapelloni (responsabile culturale della biblioteca), Silvana Denicolò (assessore alla Cultura X Municipio), Antonella Fabiani Rojas (responsabile dell’archivio Aldobrandini), Elisabeth Jane Shepherd (funzionaria dell’Aerofototeca dello Stato), Giulio Mancini (giornalista ilfaroonline.it e scrittore), Flavio Coppola (architetto e urbanista) e Francesca Faiella (scritrice e studiosa di toponomastica). Ingresso gratuito.