Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, Iotti: “Non permettiamo che un sindaco accusi i cittadini di non pagare le tasse”

Bufera sulle dichiarazioni di Savarese, insorge la minoranza. Neocliti: "L’opposizione non ha gli strumenti amministrativi per combattere e controllare gli eventuali casi di elusione ed evasione fiscale"

Ardea – Continua il dibattito politico ad Ardea riguardo le condizioni delle strade locali. In seguito all’iniziativa “Adotta una buca”, portata avanti dal Comitato di Quartiere Nuova California e appoggiata da una parte dell’opposizione (leggi qui), il sindaco, Mario Savarese, ha commentato l’iniziativa chiedendo a Fratelli d’Italia, sostenitori della causa, di invitare piuttosto tutti i cittadini di Ardea a pagare le tasse, in modo tale da avere strade migliori.

Non è tardata ad arrivare la replica del capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale, Riccardo Iotti, che ha dichiarato: “In merito alle dichiarazioni del sindaco di Ardea riferite ai componenti del gruppo Fratelli d’Italia, riteniamo che non sia un argomento da affrontare con tono sarcastico.

Non permettiamo che un sindaco accusi i cittadini di non pagare le tasse nascondendo un’incapacità conclamata ad intervenire sul fronte della sicurezza stradale. Ci sembra piuttosto un’offesa alla stragrande maggioranza dei cittadini che pagano regolarmente le imposte comunali. Già tempo fa lo stesso Sindaco si giustificò facendo intendere che non avrebbe potuto effettuare interventi di manutenzione stradale a causa delle aumentate richieste di servizi da parte delle famiglie con minori disabili.

Tutto ciò è inaccettabile – conclude Iotti – Inoltre, ricordiamo che la minoranza, a differenza dell’amministrazione in carica, non ha strumenti amministrativi o economici per intervenire e che tutte le proposte da noi sottoscritte sono state regolarmente cassate. Per questo motivo, come gruppo Fratelli d’Italia, non possiamo che sostenere validi progetti di cittadinanza attiva, tanto decantata dall’amministrazione comunale, come quello promosso dal comitato di quartiere Nuova California 2004”.

Anche la Consigliera comunale di Fratelli d’Italia, Raffaella Neocliti, ha risposto alle affermazioni del Sindaco tramite la sua pagina Facebook: “Sulla emergenza buche e sul pessimo stato delle nostre strade, l’amministrazione di Ardea dimostra ancora una volta la sua assoluta inadeguatezza. […] A seguito del nostro sostegno al comitato di quartiere, il Sindaco ha detto che come opposizione avremmo dovuto spronare la gente a pagare i tributi locali, poiché con quei soldi il Comune avrebbe potuto effettuare le manutenzioni. Onestamente, invece di ammettere i limiti del proprio operato, il primo cittadino pensa di difendere l’indifendibile; l’opposizione non ha gli strumenti amministrativi per combattere e controllare gli eventuali casi di elusione ed evasione fiscale.

Questi, però, sono compiti che spettano a chi guida il Comune, quindi proprio Savarese. Inoltre, il Comune non ha partecipato ad un bando del Ministero degli Interni, con scadenza il 15 settembre scorso, per richiedere finanziamenti per la messa in sicurezza di strade ed edifici pubblici. Ci chiediamo, perché Ardea non ha partecipato, visto che peraltro è un Comune in dissesto finanziario? – continua Neocliti – Peraltro, per quanto riguarda Savarese, un altro aspetto grave è la sua mancanza di dialogo con gli altri enti, anche quelli a guida del M5S, dunque del suo stesso partito”.

In passato la Neocliti aveva già accusato il Sindaco di mancanza di comunicazione con gli enti e la popolazione (leggi qui) ed inoltre, la consigliera di Fratelli d’Italia ha tenuto a rimarcare il disinteresse della Sindaca Raggi: “Per quanto riguarda le criticità delle strade, il M5S dimostra la sua assoluta incapacità: oltre ai limiti della giunta Savarese, non possiamo non rimarcare, come già accennato in precedenza, il disinteresse della Sindaca di Roma, Virginia Raggi.

L’ex provincia di Roma – dichiara in una nota la Neocliti – ha di fatto abbandonato le arterie di sua competenza all’interno della nostra città. Per questo valuteremo anche l’eventualità di organizzare una manifestazione contro l’operato della Raggi, poiché su questo ambito il nostro Comune è stato decisamente dimenticato”.

(Il Faro online)