Seguici su

Cerca nel sito

Il Setterosa rialza la testa. Emmolo: “Adesso vedrete un’altra squadra”

Reagiscono le Azzurre al momento negativo, agli Europei in corso. Vittoria di misura con Israele. Domenica in acqua con la Francia. Fondamentali i punti per il terzo posto

Budapest – Tre punti facili ma anche segnali di ripresa. Importanti e confortanti.

Il Setterosa supera 17-1 Israele e si lascia alle spalle il doppio stop con la Spagna vicecampione del mondo e l’Olanda campione d’Europa e si proietta subito sul prossimo impegno, domenica 19 gennaio alle 11.30 con la Francia, ultimo della fase preliminare, che diventa fondamentale per la conquista del terzo posto nel girone B di EuroBudapest 2020 e la possibilità di affrontare la seconda, anzichè la vincente, dell’altro concentramento nei quarti di finale il 21 gennaio. Francia che ha gli stessi punti in classifica e ha vinto 10-6 con Israele e 17-5 con la Germania. L’ultimo precedente tra Italia e Israele, sia cronologico che agli Europei, è quello del 14 luglio 2018 a Barcellona, sempre nel girone preliminare (21-2).

Italia-Israele 17-1

Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 3, Avegno 1, Queirolo, Aiello 3, Marletta 1, Bianconi 3, Emmolo 4, Palmieri, Chiappini, Carrega 1, Sparano. All. Zizza

Israele: Peres, Sasover, Farkash, Bogachenko, Noy, Futorian, Strugo 1, Ben David, Tal, Mone, Hochberg, Regev, Geva. All. Mavrotas

Arbitri: Horvath (Svk) e Wengenroth (Sui)

Note: parziali 3-0, 5-0, 4-1, 5-0. Uscita per limite di falli Avegno (I) a 0’48 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 7/11 e Israele 1/10. Sparano (I) subentra a Gorlero a 2’32 del quarto tempo.

LA PARTITA

Timeout Italia (foto©Giorgio Scala/Deepbluemedia /Insidefoto)

Le prime sette in acqua sono Gorlero, Garibotti, Avegno, Bianconi, Palmieri, Chiappini e Carrega. Ritmi lenti. Le prime due superiorità numeriche sono israeliane, in una di queste Futorian (due gol nelle precedenti due partite) conclude su Gorlero che è ben piazzata. Dalla parte opposta Palmieri impegna Peres con una rovesciata dal centro. Garibotti spezza gli equilibri con una conclusione potente dal perimetro e con la complicità di Peres che si lascia sfuggire la palla. Le azzurre ci mettono un po’ a carburare. Aiello e Tabani a segno, entrambe in più, respingendo in rete due precedenti legni colpiti da Aiello. Nel secondo tempo il gioco è più fluido, le ripartenze riescono meglio ed aumenta l’attenzione in fase di tiro. Tre gol in parità e due in superiorità (4/6 la media a metà gara) mettono la gara in discesa. Israele, che aveva iniziato bene, ha una circolazione di palla troppo lenta e la difesa italiana si alza e anticipa sempre (0/4). Nel terzo tempo entrambe le squadre aumentano la velocità. Anche Israele è più aggressiva ma il Setterosa controlla facilmente. Garibotti si fa tutta la vasca, serve la palla a Queirolo che la gira subito ad Aiello per un gol spettacolare (sciarpata). Dopo 19’26”, sul risultato di 10-0, arriva il primo gol della squadra di Mavrotas: lo realizza il capitano Strugo in superiorità (la quinta) ed è anche il suo primo gol in questo campionato europeo. Si arriva a tre quarti di gara 12-1 e con le triplette di Garibotti e Emmolo.

Roberta Bianconi (foto ©Giorgio Scala /Deepbluemedia/Insidefoto)

Dopo 48″ del quarto periodo Avegno esce per limite di falli, a 5’28” dalla fine Sparano sostituisce Gorlero ed aggiunge minuti al suo europeo (dopo i primi due tempi con la Spagna). Ottima la parata d’istinto a tu per tu con Regev a 2’27” dal fischio della sirena e millimetrico il passaggio a Chiappini nell’ultima controfuga. Anche Bianconi e Aiello realizzano le triplette personali. Emmolo fa il poker e il Setterosa e Paolo Zizza tornano a sorridere.

Coach Zizza: “Ci risolleviamo. Restiamo concentrati per i prossimi impegni”

Le parole del commissario tecnico Paolo Zizza. “Vincere aiuta a vincere e quindi il risultato serve proprio per risollevare il morale del gruppo che comunque è sempre rimasto alto. Abbiamo migliorato la percentuale realizzativa in superiorità numerica e concesso poco in difesa. Adesso dobbiamo rimanere concentrati perché domenica c’è un match importante contro la Francia, avversario in crescita, per chiudere il girone al terzo posto”.

Giulia Emmolo: “Adesso vedrete un altro Setterosa”

Le parole di Giulia Emmolo. Calottina numero 9. “Era fondamentale sviluppare al meglio il nostro gioco e così è stato. Abbiamo lavorato tanto e bene in questi mesi e sono convinta che nella seconda settimana si vedrà un altro Setterosa. Pensiamo a chiudere bene la fase a gironi contro la Francia: sarà una bellissima gara che ci aiuterà ad alzare in ritmo in vista dei quarti.

Valeria Palmieri: “Non abbiamo sottovalutato le avversarie, guardiamo avanti”

Le parole di Valeria Palmieri. Calottina numero 10. “Israele non era da prendere sottogamba e noi siamo rimaste concentrate per tutto il tempo. Sono convinta che da adesso in poi si vedrà un’altra squadra: ci siamo sbloccate dopo due partite non brillanti. Sono un’ottimista di natura. Non dobbiamo più pensare a Olanda e Spagna perché i passi falsi possono capitare a tutti e anzi possono servire a crescere”.

(Il Faro on line)(fonte@federnuoto.it)

(foto Staccioli/Deepbluemedia.eu)