Seguici su

Cerca nel sito

Incendio di materiale tossico nella notte, denunciato imprenditore di Ladispoli foto

I fumi pericolosi avevano raggiunto il centro abitato. Carabinieri sul posto, indagini dell'Arpa

Ladispoli – Era intento a bruciare in piena notte una grande quantità di materiale plastico e polistirolo che era stato riposto in una grossa buca. Aveva anche posizionato dei pannelli di cemento intorno alla buca, cercando così di nascondere le fiamme e sperando di farla franca.

I Carabinieri della Stazione di Ladispoli però, dopo alcune segnalazioni ricevute dalla Centrale Operativa riguardanti la presenza di forte odore di bruciato che, dalla periferia, era arrivato anche nel centro abitato, sono intervenuti in località Olmetto, in una zona agricola, ma in un’area di pertinenza di una ditta di movimento terra e smaltimento rifiuti.

rogo tossico ladispoli

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno così denunciato in stato di libertà un imprenditore 58enne, abitante a Ladispoli, per il reato di combustione illecita di rifiuti.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Bracciano che hanno provveduto a spegnere il rogo.

L’area in questione è stata sottoposta a sequestro in attesa dei prelievi che saranno svolti a cura del personale dell’Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) Lazio.