Seguici su

Cerca nel sito

Stecchi sempre più su. A Bordeaux fa 5,73: “Meglio del previsto, buone prove in pedana”

Una gara di livello di fronte a Renaud Lavillenie che vince il meeting. L’astista delle Fiamme Gialle prosegue in modo positivo la stagione olimpica

Bordeaux – Un altro passo in avanti per Claudio Stecchi. Dopo il 5,72 d’esordio, l’astista delle Fiamme Gialle porta il primato stagionale a 5,73 a Bordeaux e chiude al terzo posto la seconda tappa del Perche Elite Tour, alle spalle del primatista del mondo Renaud Lavillenie (5,80) e del fratello Valentin Lavillenie (5,73).

Al 28enne fiorentino finalista mondiale, consigliato a bordo pedana dal suo allenatore e recordman nazionale Giuseppe Gibilisco, servono tre assalti per superare quota 5,73, quarta prestazione in carriera, dopo aver domato 5,53 alla prima prova e 5,63 alla seconda. Come la scorsa settimana a Orléans, la sua gara termina quando l’asticella è posizionata a 5,80, misura con la quale avrebbe eguagliato il primato personale siglato lo scorso anno e avrebbe centrato lo standard d’iscrizione per i Giochi di Tokyo.

il 5,73 che vale il primato stagionale (foto@fidal)

STECCHI: “DUE BUONE PROVE A 5,80”

“È andata meglio del previsto – le parole di Stecchi, ottavo a Doha – arrivando nell’impianto, ho scoperto che la pedana era troppo corta per la mia rincorsa e quindi ho dovuto saltare con due passi in meno, 16 invece che 18. Detto ciò, i salti non sono perfetti, non mi piaccio ancora nella fase aerea, ma ho corso meglio rispetto al debutto di sette giorni fa e i primi due tentativi a 5,80 non erano da buttare in prospettiva della prossima gara. Mettiamola così: il mio primato con la rincorsa da 16 passi era il 5,66 degli Europei a squadre di Bydgoszcz nella scorsa stagione, ho fatto sette centimetri in più. Mi dispiace, invece, aver sprecato due salti a 5,73, non voglio mai perdere posizioni per colpa degli errori”.

La stagione di Stecchi proseguirà con la partecipazione ai meeting di Karlsruhe (Germania) il 31 gennaio, Lodz (Polonia) il 5 febbraio, Berlino il 14 febbraio e probabilmente Clermont-Ferrand il 23 febbraio, prima dei Mondiali indoor di Nanchino (Cina, 13-15 marzo). Nota statistica: nelle fresche liste stagionali, il 5,80 di Renaud Lavillenie eguaglia la migliore prestazione mondiale 2020.

(Il Faro on line)(fonte@fidal.it)

(foto@Colombo/Fidal)